www.ristorazionecatering.it
Il fermento di Euro-Toques Italia
2 Ottobre 2014
Dolomiti: l’autunno magico di Siusi
2 Ottobre 2014

A Mogliano Veneto va in scena Bollicine 2014

www.ristorazionecatering.it

Sarà la suggestiva Villa Braida di Mogliano Veneto (TV) a ospitare domenica 5 e lunedì 6 ottobre, dalle ore 10.00 alle 19.00, Bollicine 2014, la seconda edizione della kermesse dedicata al meglio della spumantistica italiana.
Metodo Classico, Charmat, Sur Lie: la manifestazione si propone come un palcoscenico privilegiato per le migliori realtà italiane che si occupano, per l’appunto, di bollicine in ogni loro declinazione, dall’Asti al Prosecco, dal Franciacorta all’Oltrepò Pavese, dal Conegliano Valdobbiadene all’Alta Langa fino al Trentodoc. I riflettori saranno puntati sui loro territori, sui vitigni da cui prendono vita e sui produttori, grandi e di nicchia, affermati ed emergenti, purché accomunati dalla costante attenzione e ricerca della qualità.
La due giorni, riservata agli operatori lunedì 6 e aperta anche al pubblico degli appassionati domenica 5, si propone come un brioso viaggio, calici in mano, lungo tutta la Penisola, alla scoperta delle cantine migliori e di un prodotto come le bollicine che, anche in questa difficile congiuntura economica, sono in decisa controtendenza. Anche perché di motivi per essere apprezzate ne sfoderano più di uno: la loro tipicità (grazie all’uso di vitigni autoctoni), il buon rapporto qualità-prezzo, la versatilità che le rende adatte a un consumo a tutto pasto e a sposare persino la cucina etnica. Il risultato è che con +185% a valore rispetto al +69% di tutto il settore vino, le bollicine sono la tipologia che negli ultimi 10 anni (2002-2012) ha messo a segno le migliori performance sui mercati esteri, arrivando a coprire il 13% del fatturato totale esportato (dati Nomisma-Wine Monitor).
Per favorire una maggiore conoscenza dei prodotti e i contatti commerciali in questo specifico segmento di mercato, quindi, l’evento sarà animato anche da incontri e laboratori a tema, come, per esempio, ‘Il dosaggio zero’, ‘Bollicine al bancone bar’, ‘Storia degli spumanti italiani’, ecc.
Sarà presente con i suoi Metodo Classico anche Fongaro, l’azienda veronese che ben esemplifica il legame con il territorio esprimibile dalle bollicine. Nata nel 1975, infatti, ha scelto da subito di privilegiare la coltivazione del vitigno autoctono Durella, tipico dei Monti Lessini tra Verona e Vicenza e caratterizzato da un’elevata acidità naturale che ben si addice al Metodo Tradizionale Classico. Nella due giorni si potranno così degustare i vini dell’azienda, che anche nelle ultime guide ha ricevuto soddisfacenti menzioni per diverse etichette. Il Fongaro Brut Riserva 2008, per esempio, ha ottenuto anche il riconoscimento di ‘Vino Slow’ da Slow Wine, in virtù della sua qualità organolettica e della capacità di esprimere caratteri legati al territorio, alla storia e all’ambiente in cui nasce.

Per conoscere il programma dettagliato: www.bollicineitalia.com

Mariangela Molinari

 

Print Friendly, PDF & Email