www.ristorazionecatering.it
Festa a Vico, spontaneo esserci
12 Giugno 2014
Cristoforo Trapani vince Chef Emergente Sud
12 Giugno 2014

A Vinòforum il top dell’enologia e dell’alta cucina

Nella splendida cornice del Lungotevere Maresciallo Diaz (Farnesina) a Roma, è partita la manifestazione Vinòforum, che si tiene fino al 21 giugno; presenti tremila rinomate aziende vitivinicole sia italiane, sia internazionali. A Vinòforum si incontra pure l’alta cucina, grazie alla presenza di 16 grandi chef abbinati ad altrettante cantine; sono i protagonisti dei food show che esaltano l’eccellenza enogastronomica. Realizzata pure una cigar room per l’approfondimento delle tecniche di degustazione in abbinamento a pregiati distillati.

La kermesse è anche l’occasione per valorizzare  l’enologia e la gastronomia laziale. «Vinòforum – ha sottolineato l’assessore all’Agricoltura, Sonia Ricci – è una straordinaria occasione per far apprezzare la qualità crescente delle etichette del Lazio a grandi distributori, ristoratori, operatori commerciali e al numeroso pubblico degli appassionati del vino di qualità». «È un’ottima iniziativa – ha spiegato Antonio Rosati, commissario di Arsial – per la promozione dei nostri vini. Oggi avvertiamo la necessità di rafforzare una strategia parallela che ponga attenzione al mercato interno, in particolare a quello romano, e al mercato internazionale».

Nel Lazio, in particolare, su punta sui prodotti di “Natura in campo” che nascono nelle aree protette, frutto di un’attività  agricola che è presidio del territorio, salvaguardia dell’agroecosistema. Questo marchio, che contraddistingue e fregia i  prodotti dei parchi, è una sorta di brand commerciale, facilmente riconoscibile, concesso dall’Agenzia regionale per i Parchi (ARP) a prodotti certificati biologici, biodinamici e tradizionali. «Lo scopo che perseguiamo – ha evidenziato Vito Consoli, direttore dell’ARP – è quello di mettere in rete le numerose  produzioni tipiche dei parchi della nostra regione ma anche di sviluppare le esperienze positive e le buone pratiche». «Nelle aree naturali protette del Lazio – ha spiegato Fabio Refrigeri, assessore regionale all’Ambiente – operano numerose imprese agricole e aziende di trasformazione alimentare. Si tratta di un patrimonio di straordinaria importanza su cui impegnarsi per creare lavoro qualificato e per valorizzare i territori».

Tutti i biglietti d’ingresso includono l’accesso al Villaggio, bicchiere, sacchetta, un carnet di n°10 degustazioni vino e la possibilità di partecipare gratuitamente agli eventi previa prenotazione. (Costo del biglietto standard dalla domenica al giovedì è di16 euro, venerdì e sabato di 20 euro).

www.vinoforum.it

Monica Menna

Print Friendly, PDF & Email