Ricchi premi per gli Spumanti Bortolin Angelo a Enoconegliano
20 Settembre 2012
OLIS si afferma in Sudamerica
21 Settembre 2012

Acetaie Aperte per l’Aceto Balsamico di Modena

aceto-balsamico-modenaDomenica 30 settembre parte la manifestazione Acetaie Aperte. Sarano ventitré le acetaie, appartenenti ai due Consorzi dell’Aceto Balsamico di Modena IGP e dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, che apriranno al pubblico per degustazioni e visite.
Un segnale importante di ritorno alla normalità, dopo il sisma che qualche mese fa ha colpito il cuore della città di Modena e danneggiato strutture e attività produttive, tra cui alcuni produttori di aceto balsamico. Questo evento, vuole quindi essere per i produttori modenesi l’occasione di far sapere al mondo che il loro lavoro non si è fermato e che la ferita fisica inferta dal sisma ha tirato fuori con forza ancora maggiore l’orgoglio e la voglia di ricominciare.

Nelle acetaie aderenti, per tutta la giornata di domenica 30 settembre si potrà assaporare il gusto di un condimento esclusivo che in Italia e all’estero conta milioni di estimatori.

“Siamo molto presenti sui mercati esteri e questo lo dobbiamo alla fama di cui gode l’aceto balsamico che risulta essere tra i prodotti più emblematici del made in Italy agroalimentare nel mondo – commenta il Presidente del Consorzio Aceto Balsamico di Modena Cesare Mazzetti – e la maggior parte dei consumatori stranieri tende a riconoscere a questo prodotto l’origine essenzialmente italiana e con essa anche le sue peculiarità, riuscendo a coglierne a tratti anche le più sottili sfumature. Una meticolosa attenzione ai particolari, che addirittura in alcuni casi viene meno nel consumatore italiano il quale, dando per scontato di conoscere il prodotto già sufficientemente, non si preoccupa di approfondire che ogni aceto ha la sua personalità, una intensità diversa e un procedimento produttivo particolare. Acetaie Aperte si propone come l’occasione ideale per far conoscere a tutti la vera essenza di questo prodotto, con degustazioni e visite guidate tra botti, tini, legni pregiati e intensi profumi di mosto”.

Inoltre le visite saranno rese ancora più interessanti dalle passeggiate nei locali di invecchiamento del Tradizionale DOP, dove i visitatori saranno avvolti dall’intenso profumo sprigionato dalle botti.

Per informazioni:
www.consorziobalsamico.itwww.martecomunicazione.com

Print Friendly, PDF & Email