Dal rapporto Istat Italia sempre più divisa tra nord e sud
18 Luglio 2011
La carta dell’agricoltura del futuro per un mondo sostenibile
19 Luglio 2011

Grazie ad AIBO FCE è possibile diventare food contact expert

aibo-fce-food-contact-expertSi è concluso da poco il convegno nazionale ‘Food Contact Expert’, organizzato da AIBO – FCE, dove si sono affrontate tematiche relative alla filiera del packaging alimentare. L’associazione italiana business operator – food contact expert – AIBO-FCE – è nata nel 2009 con lo scopo di rappresentare un punto di riferimento tecnico – scientifico nell’ambito del packaging alimentare.
L’AIBO – FCE ha tra le sue finalità quelle di: promuovere la ricerca e lo studio nel campo delle discipline sui materiali e oggetti a contatto con gli alimenti; organizzare o patrocinare eventi formativi e divulgativi sui temi del packaging in risposta alle sempre maggiori esigenze della filiera alimentare; istituire un registro dei ‘food contact expert’.
Ed è proprio su quest’ultimo tema che si sono concentrati i lavori del convegno.
Chi sono i ‘food contact expert’? Un pool di professionisti in possesso dei requisiti di competenza richiesti dalle normative e dal mercato in tema di imballaggio sicuro, per supportare le aziende nella scelta dei materiali, nella certificazione dei  sistemi di gestione della qualità, igienico – sanitari, sicurezza alimentare  e dei propri imballaggi.
“La tecnologia permette di realizzare materiali di dimensione sempre minore – dichiara Andrea Cassinari presidente dell’ AIBO – FCE –  per aumentare la shelf – life dei prodotti confezionati  con impatti ambientali misurati. Bisogna però valutare la conformità dei Food Contact Materials raccogliendo in maniera organica informazioni rilevanti scientificamente, come ad esempio nelle dichiarazioni di conformità, approcciare la valutazione del rischio, la comunicazione cliente/fornitore in ogni punto della filiera considerando ogni componente del FCM come ad es. polimero plastico, carta, cartone, pigmento o coadiuvanti  tecnologici, ecc … Per questo si rende necessaria una figura di riferimento che sappia interpretare le diverse competenze richieste”.
In occasione dello scorso Convegno di Desenzano, oltre all’approfondimento dei temi più attuali in ottica di sicurezza alimentare, si è aperta la prima finestra di selezione di persone di comprovata professionalità ed esperienza in materiali a contatto con gli alimenti disponibili sul mercato. Dopo avere superato la prova di esame, gli esperti hanno potuto essere iscritti al registro.
L’AIBO – FCE ha al suo attivo 57 soci iscritti in possesso delle competenze per svolgere il ruolo di ‘food contact expert’.

Per saperne di più: http://www.foodcontactexpert.org/

Print Friendly, PDF & Email