www.ristorazionecatering.it
Cesare Giaccone e Cesare Pillon, due grandi davvero
28 Settembre 2014
Espresso italiano, nasce il consorzio
29 Settembre 2014

Antonio Tonola è il miglior “Protagonista di Sala”2014

www.ristorazionecatering.it

Il 23 settembre, si è svolta con successo al Castello della Sala Antinori di Ficulle (TR), la finalissima della terza edizione di “Protagonisti della Sala”, proclamando primo assoluto Antonio Tonola, sommelier del ristorante stellato Lanterna Verde di Villa di Chiavenna (SO). L’ originale iniziativa ideata dai Jeunes Restaurateurs d’Europe e Marchesi Antinori per valorizzare la figura del maitre – sommelier , lanciata a gennaio, ha coinvolto gli 81 giovani ristoratori di cui 56 soci effettivi e 26 onorari. Alla sezione italiana della blasonata associazione di chef, fondata in Francia nel 1992 da Grand Marnier, va il merito di aver ideato questa competizione che sottolinea l’importanza del servizio di sala, al pari della cucina elemento imprescindibile di una buona cena. L’organizzazione prevedeva la selezione da parte di ogni ristorante JRE del proprio candidato, indicato da clienti, soci dell’associazione, dalla Marchesi Antinori e da alcuni Mistery Guest attraverso la compilazione di una scheda valutativa. Tenendo conto di tecnica, simpatia, accoglienza, eleganza e personalità, si è pervenuti a una classifica che individuava i 10 candidati : Cosimo Albano – “Ristorante Parizzi”, Parma; Stéphane Blay – “Agli Amici”, Udine; Claudio Bronzi – “Il Tino”, Lido di Ostia (Rm); Valentina Centofanti – “L’angolo d’Abruzzo” a Carsoli (AQ); Ana Natalia Dancio – “Agli Amici”, Udine; Paolo Gargiulo – “Don Alfonso 1890”,Sant’ Agata sui Due Golfi (Na); Matteo Speranza – “Il Capriccio”, Vieste (Fg); Mario Sposito – “Taverna Estia”, Brusciano (Na); Pascal Tinari – “Villa Maiella”, Guardiagrele (Ch); Antonio Tonola – “Lanterna Verde”, Villa di Chiavenna (So). I dieci candidati si sono quindi sfidati nella finale, attraverso alcune difficili prove:

“Allestimento sala”, dove si valutavano eleganza e stile nella mise en place e l’accoglienza di due ipotetici clienti al ristorante;

“Ricetta da chef a responsabile di sala”, in cui un cuoco creava una ricetta al momento e il candidato doveva raccontarla ai “clienti”, e convincerli a ordinarla, dimostrando personalità e simpatia;

“Abbinamento”, dove abbinare i piatti con i vini Marchesi Antinori prodotti al Castello della Sala: Cervaro, Conte della Vipera, San Giovanni e Pinot Nero.

Una giuria di giornalisti di importanti testate food & wine, insieme a Mario Moreschi e Orazio Vagnozzi ha inoltre selezionato il miglior “protagonista della sala” in ogni singola categoria, assegnando il Premio Simpatia a Pascal Tinari, il Premio Tecnica a Mario Sposito, il Premio Accoglienza a Cosimo Albano, il Premio Eleganza a Paolo Gargiulo, e il Premio Personalità a Claudio Bronzi. Un evento che fa bene a un settore dove la figura professionale dell’addetto di sala è spesso poco riconosciuta, e sottolinea sempre di più l’importanza di una presenza brillante e qualificata  a contatto con il pubblico. Una partenship giunta al terzo anno tra Marchesi Antinori e Jeunes Restaurateurs d’ Europe, associazione oggi guidata dal Presidente Andrea Sarri, chef e titolare del Ristorante Sarri a Borgo Prino, Imperia, che indica la medesima identità di vedute e la profonda sintonia tra i due marchi, collaborazione che ha prodotto iniziative di successo come “Commenti di gusto”, che coinvolgeva 56 chef JRE che proponevano ai loro ospiti la loro cucina e i vini di casa Antinori, raccogliendo i commenti e le sensazioni nel volume “Commenti di Gusto”.

LucaBonacini

Print Friendly, PDF & Email