Simone Cipriani: “La tradizione è una responsabilità dei cuochi”
8 Ottobre 2019
Noi di Sala: I protagonisti dell’ospitalità nella ristorazione italiana
9 Ottobre 2019

Bologna. Inaugura domani l’ osteria del carcere minorile

A Bologna si realizza un progetto bellissimo e importante per offrire una possibilità di riscatto a giovani che avevano intrapreso una strada sbagliata: all’ interno dell’Istituto Penale Minorenni “Siciliani” (IPM) è nata l’Osteria “Brigata del Pratello”, un’esperienza formativa unica in Italia, promossa da FOMAL-Ente accreditato dalla Regione Emilia-Romagna per la formazione professionale nell’ambito della ristorazione, e dall’IPM, con il sostegno della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e della Regione Emilia Romagna; un progetto che permetterà ai giovani detenuti di mettere in pratica le conoscenze acquisite nel corso della formazione e sviluppare nuove competenze in rapporto con il mondo del lavoro e la società civile. Il progetto dell’Osteria formativa affonda le sue radici nel lontano 2008, quando dalla collaborazione tra FOMAL e IPM nacque il primo laboratorio di ristorazione: in questi anni i corsi organizzati hanno rappresentato la risposta al bisogno dei giovani detenuti di reinserirsi positivamente nel contesto sociale attraverso il lavoro come strumento di riscatto. La “Brigata del Pratello” sarà inaugurata domani 10 ottobre in via del Pratello 34 con la prima di una serie di cene-evento aperte al pubblico, in cui saranno coinvolti, come cuochi e camerieri, i ragazzi detenuti che da mesi partecipano al percorso formativo. Il servizio ristorativo vedrà impegnati per ogni cena circa 6/8 giovani dell’IPM, affiancati da chef e maître professionisti e coordinati da educatori. Le cene-evento con circa 40/50 coperti si svolgeranno una volta al mese – con la possibilità di aumentare se tutto funzionerà secondo i piani – e saranno occasione per degustare piatti sopraffini e per conoscere più da vicino le istituzioni e le associazioni di volontariato che collaborano con l’Istituto “Siciliani” Ora ci si augura che il progetto decolli e che offra una concreta possibilità di riscatto per tanti giovani che a breve termineranno la detenzione e dovranno inserirsi nella società e nel lavoro, così come ha ben spiegato Beatrice Draghetti, Presidente di Fomal: “Tutti speriamo che all’Osteria ci si trovi bene e si mangi bene, ma soprattutto desideriamo che abbia successo e riscontro positivo la motivazione per cui si é avviata questa esperienza. Qualunque sia il reato per cui i giovani stanno dentro è impensabile che sulla loro vita si scriva la parola fallimento, stare ‘dentro’ deve corrispondere anche alla possibilità concreta di reagire, rinascere, riprendere il cammino buono di persone e di cittadini”.

Osteria “La Brigata del Pratello”

via del Pratello 34 –Bologna-

Print Friendly, PDF & Email