Ritorna nel mantovano “Di Zucca in Zucca”
31 Agosto 2011
San Benedetto tra gli sponsor del Premio Campiello
1 Settembre 2011

Ogni carattere vuole la sua birra

In Italia la birra riscuote sempre più successo, tanto che nel solo Agosto ci sono state più di 80 manifestazioni in giro per il paese a lei dedicate. Ora una ricerca ci dice anche quali sono le più adatte alla nostra personalità, scoprite il vostro profilo.

birra-carattere-personaTra il migliaio di sagre italiane che nel mese di agosto sono state organizzate per valorizzare e celebrare il grande patrimonio di prodotti tipici del nostro paese, un posto di grande rilievo è stato  riservato alla birra, protagonista di più di ottanta occasioni sparse lungo lo stivale.
Secondo i dati di Assobirra, l’Associazione Italiana degli Industriali della Birra e del Malto, l’apprezzamento degli italiani per la birra e per la sua caratteristica versatilità in ogni occasione conviviale è in forte incremento e la classifica europea regala all’Italia un 10.mo posto fra i Paesi produttori.
Un dato  incoraggiante che porta l’Industria Italiana della Birra a puntare sulla qualità dell’offerta e sulla crescente apertura al mercato mondiale.

Secondo una ricerca ISPO/AssoBirra, nel corso del 2011, 7 milioni di neo consumatori si sono avvicinati alla birra, facendo salire a 36 milioni il numero degli appassionati. La birra è divenuta la bevanda alcolica preferita dagli italiani maggiorenni “under 44” e, nella maggioranza dei casi, viene bevuta, responsabilmente, a tavola.
Nei consumi fuori casa, influenzati sempre più dal rischio di controlli alcolemici, la birra ha ormai conquistato un posto d’onore come  alternativa meno alcolica al vino, che invece continua a farla da padrone nei pasti casalinghi dei consumatori italiani.
Crescono sia i consumatori sporadici (+40%), sia quelli abituali (+20%), ma anche quelli al femminile. A sceglierla per il gusto e perché leggera e poco alcolica e per la convenienza sono ormai 16 milioni di donne, corrispondenti al 62,7% delle italiane maggiorenni.

Un interessante studio realizzato dal Centro Studi Assaggiatori, con il sostegno di AssoBirra, ha identificato 5 profili tipo di consumatore di birra:
• Il romantico sceglierà tendenzialmente una Ale e birre dolci, come la Blanche e la Weizen, con netti sentori di fiori.
• Il razionale, che vuole concretezza e immediatezza, sceglie la birra (Pils) in base al rapporto qualità/prezzo, a fattori visivi come la compattezza della schiuma e alla dolcezza (Weizen), ma anche alla potenza dei profumi fruttati.
• Il raffinato, intenditore gourmet, ricerca birre corpose e torbide (come alcune Ale), ma anche con note di agrumi e frutta fresca (Blanche e Weizen).
• Il risoluto, consumatore curioso, informato, sceglie tendenzialmente una Ale, ma anche birre ai cereali e birre agrumate (come la Weizen), con note vegetali del luppolo.
• Il  rude tende a giudicare la birra al primo sorso in base al grado di frizzantezza e sceglie preferibilmente le Lager, Pils e Ale.

Secondo la ricerca, in futuro l’evoluzione del fenomeno birra porterà all’affermazione della sua dimensione gourmand, gli appassionati aumenteranno ancora di più e si orienteranno maggiormente verso le birre di grande personalità, quali le profumate Blanche e le corpose Bock, specie se saranno valorizzati gli abbinamenti con i primi e i secondi della nostra cucina mediterranea.

Print Friendly, PDF & Email