Giorgio Calabrese spiega perché i grassi creano dipendenza
6 Luglio 2011
Arrivano i frullati freschi di Almaverde Bio
6 Luglio 2011

Cronaca di una conferenza per il Valtidone WineFest

isa-mazzocchi-valtidone-winefestCominciamo dalla fine! Da quando Isa Mazzocchi, cuoca della Palta di Bilegno (PC) ha salutato gli ospiti al termine di una nutrita serie di interventi con queste parole: “Mi ritrovo sempre più spesso a dover parlare in pubblico ma io sono una cuoca e tale voglio restare”. Parole che allargano il cuore in tempi dove ci troviamo troppa televisione che parla e parla e parla di cibo, non sempre a proposito.
Ma non divaghiamo! L’intervento di Isa, proseguito con parole di entusiasmo per la “magnifica sede in cui ci troviamo. Questo luogo lo dobbiamo far conoscere a tutti, a cominciare dai nostri figli e a tutti i turisti che vengono da noi” – il posto è la millenaria Rocca d’Olgisio che domina la Val Tidone – si è concluso con la descrizione del nutrito elenco di prelibatezze preparate per il lunch sul prato, tutte rigorosamente fatte con le materie prime del territorio.
L’occasione era costituita dalla presentazione del Valtidone WineFest, in programma a settembre nei quattro comuni più vocati al vino della parte occidentale della provincia di Piacenza: Borgonovo, Ziano, Nibbiano, Pianello. La conferenza, elegantemente condotta da Matteo Lunni, assessore di Borgonovo, ha visto i rappresentanti istituzionali dei quattro comuni raccontare il programma di un festival particolarmente intrigante.
Si comincia dal 4 settembre, a Borgonovo Val Tidone, con la “Festa d’la chisola’, termine dialettale intraducibile che sta ad indicare una focaccia con i ciccioli, antica specialità locale, che verrà servita in abbinamento con l’Ortrugo, vino bianco autoctono dei Colli Piacentini. L’evento si arricchisce di una mostra enologica e una rassegna gastronomica che mette in bella mostra il meglio delle produzioni locali.
Domenica 11 settembre tocca a Ziano Piacenino che, nell’ambito della storica Festa dell’uva, di cui si celebra la 60° edizione, propone i Sette Colli in Malvasia, con degustazioni di malvasia di Candia nelle sue molteplici versioni: ferma, frizzante, dolce, spumante, passito.
La carovana dei wineglobber si sposta domenica 18 settembre a Nibbiano dove, nel cuore del raffinato centro storico, si svolge DiTerreDiCibiDiVini: una degustazioni dei migliori vini passiti della Val Tidone, con eventi culturali e gastronomici a fare da cornice.
Per finire, domenica 25 settembre, a Pianello per Pianello Frizzante, ovvero il meglio del meglio dei vini frizzanti che rappresentano la tradizione enoica di queste terre. Sommelier in fila dietro a bottiglie che si aprono per il piacere dei turisti. Tutt’intorno la tradizionale fiera di San Maurizio, appuntamento imperdibile per gli agricoltori della zona e per i turisti che scoprono una terra magnifica e la possibilità di salire fin lassù, in quella Rocca d’Olgisio, di proprietà dei simpaticissimi fratelli Bengalli, che aprirà le porte per tutti, da cui lo sguardo spazia fino a Milano, distante poco meno di un’ora. Come dicono le guide: vale il viaggio.
“Una festa che scatena i cinque sensi e infonde allegria” l’ha definita l’assessore all’agricoltura della provincia di Piacenza, durante la presentazione. Ed educa, aggiungo! Perché, tra le caratteristiche della manifestazione, ce n’è una che merita di essere descritta: i vini che saranno serviti nelle quattro giornate sono preventivamente selezionati da una commissione d’assaggio di esperti, coordinata da Roberto Gazzola, sommelier della Palta, che consentirà agli ospiti del Valtidone WineFest di capire cos’è l’eccellenza enologica di questa terra vocata.
Quella gastronomica, gli intervenuti alla conferenza, hanno potuto scoprirla quando, al culmine di un buffet straordinario, Isa ha portato in tavola, nella forma di Grana Padano, un risotto con i funghi porcini che Valentino Matti, presidente dell’associazione laValtidone, aveva raccolto alle prime luci dell’alba nei boschi della valle. Così come quella visiva che la Rocca d’Olgisio, in ogni suo angolo, ha offerto agli intervenuti che, alle prime luci della sera, dalla balconata del castello hanno lasciato scorrere lo sguardo sulle mille luci della valle e della pianura fino a Milano.

Per saperne di più: www.valtidonewinefest.it

Foto di Mario Picchioni [nggallery id=17]

Print Friendly, PDF & Email