I Concerti del Gusto con chef e vignaioli del Friuli Venezia Giulia
6 Giugno 2012
Vis Amoris: il Pigato nel cuore
7 Giugno 2012

I cuochi italiani nel mondo si incontrano a Parma

academia-barillaLa riproducibilità di una buona ricetta è la condizione primaria per essere reputato un buon cuoco. La cucina non va infatti intesa come forma artistica, fatta di pezzi unici, bensì come rappresentazione del miglior artigianato alimentare.
Uno chef deve essere in grado di creare ricette che possono essere realizzate alla perfezione anche dal suo staff; in questo modo il cuoco può occuparsi anche di altre attività, ad esempio la gestione di più locali, in Italia e all’estero, diventando imprenditore a tutti gli effetti. Ducasse docet!
Siamo convinti che anche così, assumendo cioè le dimensioni di un’impresa che sappia far rete con altri, ad esempio i produttori di materie prime, si riesca a tutelare un’idea di cucina italiana, proteggendola dalle imitazioni.

Proprio di questo, ossia come proteggere la cucina italiana, come preservare e distinguere i ristoratori che ne promuovono una di qualità e come tutelare la figura del cuoco italiano all’estero, si discuterà a Parma dal 14 al 16 giugno, nell’ambito del 1° Forum della cucina italiana nel mondo ospitato da Academia Barilla.
A Parma si sono dati appuntamento chef provenienti da oltre 30 nazioni e, tra i relatori del Forum, ci saranno: John Mariani (USA), autore del best seller “How Italian Food conquered the world”; Rosario Scarpato, giornalista,  produttore TV e direttore Itchefs-Gvci.com, Paul Bartolotta, Chef “Ristorante di Mare”, Las Vegas.

Un convegno ma non solo: gli chef racconteranno, durante veri e propri laboratori, le loro esperienze e come hanno raggiunto un successo internazionale, mentre al loro fianco artigiani del gusto condivideranno la sapienza che li ha portati a produrre le eccellenze alimentari made in Italy.
Ad ospitare l’evento sarà Academia Barilla, nella cui sede 24 cuochi di cucina italiana provenienti da tutto il mondo insigniti del prestigioso “Certificate” I.C.M.C (Italian Culinary Master Chef) parteciperanno alla prima edizione della Pasta World Championship, con finale sabato 16 giugno aperta al giudizio del pubblico.

Sostenuto da Academia Barilla, il Forum è stato organizzato grazie a Itchefs-Gvci e realizzato con la collaborazione di Apt Emilia Romagna, Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna, Ferrarelle, Grana Padano, Pentole Agnelli e Terre del Sole.
La Cena di Gala del Forum il 14 giugno sarà preparata da affermati cuochi all’estero tra i quali Mario Caramella (Singapore), Francesco Farris (USA), Giulio Vierci (Giappone), Andrea Tranchero (Australia). Il 15 giugno, invece, quattro cuoche italiane che lavorano all’estero – Giovanna Marson (India), Odette Fada (USA), Simonetta Garelli (Cina), Oriana Tirabassi (Indonesia) – cucineranno una cena speciale dedicata al ruolo delle donne nella diffusione della cucina italiana nel mondo.

Luigi Franchi

Print Friendly, PDF & Email