Siamo Gente di Toscana
14 Maggio 2013
A passeggio tra DiviniColli
14 Maggio 2013

Food: la Malaysia incontra l’Italia

Favorire gli investimenti delle aziende italiane in una nazione dalle ricche prospettive di mercato, per identificare un contrappeso significativo alla crisi economica: di questo si occupa l’Imfa, Italian-Malaysian friendship association, nata nell’ottobre del 2012 per sostenere la cooperazione tra Italia e Malaysia.
“Tre sono i settori nei quali operiamo: – afferma l’Ambasciatore Alessandro Cortese De Bosis, anche rappresentante degli Ambasciatori dei Paesi asiatici in Italia e presidente dell’Imfa – lo sviluppo della green economy, l’incremento del turismo da e per il Paese del sud-est asiatico e la certificazione Halal per il cibo italiano, necessaria alle nostre primizie per essere presenti nei Paesi musulmani”.

Nel corso di un incontro tenutosi a Roma presso UNIONCAMERE tra le Istituzioni e alcune Aziende italiane, l’Ambasciatrice della Malayasia Datin Psduka Halimah Abdullah ha voluto sottolineare quanto “la valorizzazione del Made in Italy sia potenzialmente uno dei più grandi biglietti da visita che un Paese possa avere”. Giacomo Pesce, fondatore del Jwine&food project, un network di 157 aziende di food il cui obiettivo è aiutare le imprese ad entrare con i loro prodotti nel sud-est asiatico, nel corso della tavola rotonda ha evidenziato che “la difficoltà maggiore per gli imprenditori italiani che vogliono esportare è avere la certificazione Halal sui loro prodotti, un vero e proprio permesso che consente la commercializzazione in Malaysia”; nei Paesi musulmani questa certificazione attesta che un determinato prodotto o servizi corrisponde ai canoni dettati dalla loro religione, quindi consentiti. Ha però comunicato anche che ad oggi “sono 3000 i prodotti italiani che hanno ricevuto l’Halal e quindi possono essere commercializzati nel Paese”, a testimonianza dell’efficace scambio comunicativo tra i due Paesi.
Il Vice Presidente di Imfa, Massimo Tancredi, ha concluso l’incontro auspicando per il futuro di essere anche punto di riferimento non solo per la Malaysia ma anche per gli altri Paesi del sud- est asiatico. Le premesse ci sono tutte.

Per info: www.imfa.com e www.jwinefood.it

Print Friendly, PDF & Email