La cucina dell’attesa, fil rouge tra il NOMA e la Locanda del Gambero Rosso
2 Dicembre 2013
L’Ho.re.ca al tempo del web
3 Dicembre 2013

“Gourmet Skisafari” sulle piste dell’Alta Badia

Per una giornata all’insegna dello sport, del gusto e della solidarietà, il prossimo 15 dicembre, l’Alta Badia invita tutti gli sciatori a partecipare al “Gourmet Skisafari”: l’evento di presentazione degli stuzzicanti “Slope Food”, gli aperitivi in pista, che – sempre ideati da chef stellati italiani o stranieri – si potranno degustare nei quattordici rifugi del comprensorio sciistico altoatesino durante l’intera stagione invernale.

In occasione del “Gourmet Skisafari”, in particolare, saranno sei rinomati chef gourmet a deliziare gli amanti della neve, appassionati di buona cucina. Ecco allora che nel rifugio Bioch si potranno assaggiare i “Cornetti ripieni” di Norbert Niederkofler (chef del ristorante St.Hubertus, 2 stelle Michelin), a I Tablà ci si scalderà con la “Zuppa di fagioli, crauti acidi e canederlo di puccia (pane di segale croccante) e formaggio Stelvio D.O.P” creata da Arturo Spicocchi (del ristorante La Stüa de Michil, 1 stella Michelin), al Col Alto sarà servita una “Crema di patate della Val Pusteria affumicate, con salmerino marinato al pino mugo, uova di trota e chips di pane di segale croccante” di  Matteo Metullio (ristorante La Siriola, 1 stella Michelin), mentre al Club Moritzino Nino Di Costanzo (chef de Il Mosaico, 2 stelle Michelin) tenterà gli sciatori con “Puccia, burro dell’Alto Adige e alici di cetara”. Da non perdere anche la “Puccia con guancia di maiale, crauti dell’Alto Adige, Mela Alto Adige IGP e pinoli” che Cristina Bowerman (chef dell’Hostaria Glass) preparerà al rifugio Ciampai e la “Crema bruciata di capriolo, fonduta di Mela Alto Adige IGP, cavolo rosso al miele di rododendro e croccante al pino mugo” ideata da Ana Roš, chef del ristorante Hiša Franko.

Interessante sapere che i rifugi Bioch, I Tablá e Piz Arlara devolveranno parte del ricavato del “Gourmet Skisafari” all’associazione “L’Alto Adige aiuta”, in sostegno di persone altoatesine in difficoltà.

Per maggiori informazioni relative all’evento è possibile consultare il sito www.altabadia.org

 

Lucrezia Caravita

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email