Federalberghi e l’urgente “decreto valore turismo”
15 Gennaio 2014
Un Lingotto di piacere: Calvisius
15 Gennaio 2014

Grandi chef, immensa memoria

19 grandi chef del Lazio ai fornelli di Eataly, 3200 ragazzi in viaggio sul Treno della Memoria, 10 regioni italiane coinvolte nel progetto, 15 gennaio alle ore 20.00 l’appuntamento. Sono i numeri da ricordare per non dimenticare, mai.

Sarà una serata a sostegno de Il Treno della Memoria, un percorso educativo che grazie all’impegno di Eataly Roma e dell’associazione culturale Terra del Fuoco punta a sensibilizzare la memoria della cittadinanza sui terribili eventi della seconda guerra mondiale.

Il 15 gennaio la cena di solidarietà e raccolta fondi aiuterà la realizzazione dei viaggi d’istruzione che nel corso dell’anno accompagneranno i giovani nella visita al campo di concentramento di Auschwitz, tappa fondamentale e stimolo per comprendere ciò che accadde allora, rendervi onore oggi e mantenerne vivo il ricordo domani. Ricordo come sentimento universale: quest’anno, infatti, uno dei treni sarà dedicato alla memoria dei migranti morti a Lampedusa e nel mar Mediterraneo.

Gli chef che hanno deciso di contribuire al progetto offrendo il loro tempo sono: Eliana Catalani, Antonello Magliari, Paolo Salvatori, Riccardo Di Giacinto, Giancarlo Casa, Fabio Nitti, Massimo Riccioli, Anna Dente, Gianluca Esposito, Iside De Cesare, Antonello Colonna, Massimo e Maria Luisa Pulicati, Alessandro Pipero e Luciano Monosilio, Danilo Ciavattini, Leopoldo Cacciani, Alessandro Montanari, Luca Lorenzini e Antonio Guida, Giovanni Terracina e Dario Bascetta Greco.

Il menu d’alta cucina, composto da cinque antipasti, sei primi, quattro secondi e tre dolci, è offerto  al costo di 50 euro; i partecipanti avranno anche la possibilità nel corso della cena di contribuire all’iniziativa attraverso lo sportello Dona Chiaro, la stazione digitale interattiva di Itineris Italia.

 

Marina Caccialanza

Print Friendly, PDF & Email