Segnali di ripresa per il turismo italiano?
5 Novembre 2013
1,2,3… stella! Niko Romito è il nuovo 3 stelle Michelin
5 Novembre 2013

Identità Golose, la guida giovane

Guida più giovane, ma son già 7 anni, guida che guarda ai giovani quando premia, guida che non giudica, ma segnala, questi i punti salienti della guida figlia del Congresso di Identità Golose curata dal suo ideatore Paolo Marchi e accudita dal bravo Gabriele Zanatta che come un comandante conduce il lavoro delle truppe, ben 107 collaboratori per questa edizione presentata ieri a Milano.

670 le insegne recensite, delle quali 186 fuori Italia, 30 i Paesi coinvolti, 12 premi i premiati e 268 i cuochi che non hanno ancora compiuto i 40 anni. Per la precisione: 230 sono ancora nella decade dei trent’anni.

Prefazione di Oscar Farinetti che, in sala, ha paragonato il cibo all’amore, suggerendo di affrontarli allo stesso modo con il massimo del piacere.

I premi:

migliori chef Alessandro Negrini e Fabio Pisani, Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano;

miglior chef pasticciere Luca Sacchi, Cracco, Milano;

migliore chef donna Sara Preceruti, La Locanda del Notaio, Pellio Intelvi (CO);

miglior maître Donato Marzolla, Rossellinis del Palazzo Avino, Ravello (SA);

premio Giovane famiglia Spadone, La Bandiera, Civitella Casanova (PE);

premio Birra in Cucina Daniele Usai, Il Tino, Roma;

sorpresa dell’anno Beniamino Nespor ed Eugenio Roncoroni, Al Mercato, Milano;

miglior sommelier Valerio Capriotti, Duomo, Ragusa Ibla;

miglior sous chef Alessandro Procopio, D’O, San Pietro all’Olmo di Cornaredo (MI);

miglior chef straniero Kobe Desramaults, In de Wulf, Heuvelland (Belgio).

miglior giornalista lo svedese Mattias Kroon;

migliore carta di vini e distillati Imàgo dell’hotel Hassler, Roma

 

Aldo Palaoro

Print Friendly, PDF & Email