www.ristorazionecatering.it
Incipit, giornate in cucina
8 Aprile 2015
www.ristorazionecatering.it
Cibus è Italia
9 Aprile 2015

Il Barbera vola negli USA e il Consorzio cambia nome

Un nuovo corso sembra iniziare per lo storico Consorzio dei Vini d’Asti e del Monferrato, il successo dei suoi vini all’estero e in particolare negli USA, che è il primo mercato d’esportazione, sembra inarrestabile. In particolare il vino più amato fuori dai confini nazionali si conferma il Barbera d’Asti che dunque entrerà di diritto nel nuovo nome, che sarà Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato. Un deciso cambio di identità per spingere ancora di più all’estero questa eccellenza piemontese, che di qui a poco farà ancor più da traino per tutte le etichette del territorio, si avvia infatti, come annunciato nel primo giorno del Vinitaly, la campagna di comunicazione dal titolo “My name is Barbera, and i have a story to tell”, che coinvolgerà presto i social Facebook, Twitter, Pinterest, Youtube e Instagram, e che a maggio vedremo sull’autorevole rivista americana Wine Spectator. Una decisione presa dal Consorzio di dare maggior rilievo alla sua Docg di spicco attraverso iniziative di caratura internazionale, dopo aver letto con attenzione l’andamento dei mercati, quelli stranieri, e gli Usa in testa, che prediligono sempre di più la Barbera d’Asti di cui, nel 2014, sono state prodotte 22.000.000 bottiglie da 0,75 litri. Se dal 2008, l’Italia consumava il 55,93% della produzione di Barbera  contro il 44,07% dell’estero, si è passati ad un 2014 in cui le esportazioni hanno raggiunto quasi il 50% con il 49,42%, con il trend maggiore negli Usa: se nel 2010 questo mercato costituiva solo il 10% del totale, nel 2014, infatti, è salito al 22%, scalando ben 4 posizioni e superando la Germania che da quattro anni era al primo posto. Altre azioni verranno messe in campo, come la partecipazione della giornalista e sommelier Francesca Rosso e di un ospite americano, John Murnane, esperto di turismo culturale e ristorazione, che si sguinzaglieranno nei luoghi in cui nasce la Barbera d’Asti, per raccontarne i paesaggi, i sapori, le storie, dedicandosi anche all’aspetto gourmet, con suggerimenti enogastronomici e conviviali, dall’aperitivo agli abbinamenti di vino e cibo, senza dimenticare gli aspetti del consumo moderato e consapevole.

Per saperne di più: www.viniastimonferrato.it

Luca Bonacini

Print Friendly, PDF & Email