Parmigiano Reggiano, record 2018 per fatturato ed export
16 Aprile 2019
CHIC: 10 anni di vita per l’ associazione che ora guarda alla sostenibilità
17 Aprile 2019

Il food mentor Marco Bianchi per Granoro

Il Pastificio Granoro ha scelto Marco Bianchi, food mentor e divulgatore scientifico per “Fondazione Umberto Veronesi”, come Brand Ambassador 2019, con l’obiettivo di esaltare la  cultura del mangiar sano, tra i capisaldi e princìpi da sempre riconosciuti dall’azienda pugliese.

“Con Marco Bianchi c’è stato un feeling immediato – affermano al Pastificio Granoro – perché entrambi consideriamo il cibo un vero e proprio atto d’amore. Amare noi stessi, quello che mangiamo, parlare di cibo e di salute sarà l’obiettivo comune che alimenterà il percorso con Marco al quale affideremo la passione con la quale ogni giorno produciamo pasta e prodotti di qualità che ci rendono un’eccellenza italiana nel mondo”.

Il debutto ufficiale di Marco Bianchi ai fornelli con Granoro è fissato a TuttoFood, la fiera internazionale dedicata al food & beverage e agli operatori del settore agroalimentare. Il 6 maggio (ore 15.00) nell’Area Tuttofood Academy (Pad.5) Granoro e Marco Bianchi delizieranno il palato dei visitatori con due esclusivi showcooking e altrettante ricette a base di pasta e prodotti semplici e gustosi del territorio pugliese: Maccheroncini Integrali “BioGranoro”ai tre pomodori con stracciatella e Pantacce “Granoro Dedicato”alla crema di funghi e fagioli borlotti.

Il 7 maggio (ore 12.00), invece, nell’Area TuttoFood Academy (Pad.5) Granoro ha organizzato una Masterclass, in collaborazione con I Love Italian Food per scoprire i segreti della pasta. 
Per Granoro Tuttofood sarà l’occasione per mantenere alta l’attenzione sulla propria Linea “BioGranoro” e il progetto di filiera “Dedicato”, che ha registrato un incremento di vendite negli ultimi due anni del 150%.  

 La filiera voluta con forza da Granoro nel 2012 oggi aggrega 245 piccoli produttori; produce circa 150.000 quintali di grano duro di qualità totalmente ottenuto in Puglia, da cui sviluppa circa 90.000 quintali di semola e circa 70.000 quintali di pasta l’anno.

Print Friendly, PDF & Email