www.ristorazionecatering.it
Oliviero Toscani, la verace pizza napoletana, il Franciacorta Rosé
23 Ottobre 2014
www.ristorazionecatering.it
Collio Vitae – Un grande progetto per un grande territorio di vino
23 Ottobre 2014

Il Palio del Pettine

www.ristorazionecatering.it

Nelle terre dove nacque e visse alla fine del Quattrocento l’illustre filosofo Pico della Mirandola, ritorna anche quest’anno il Palio del Pettine. I luoghi della memoria del vivace umanista dalla prodigiosa memoria, famoso per recitare a mente e al contrario la Divina Commedia, invasi per un giorno da migliaia di maccheroni al pettine, in occasione del grande evento gastronomico. E’ lecito pensare, seppure la ricetta sia da ricondurre alla tradizione contadina, che il prelibato primo piatto di Mirandola e dintorni, celebrato domenica 26 ottobre nella seconda edizione del Palio del Pettine, sia giunto a suo tempo anche sulla tavola del famoso letterato, e che con esso siano stati deliziati i rappresentanti delle più importanti corti Europee di passaggio nella località della Bassa modenese. Un piatto ricco e gustoso capace di conquistare oggi come ieri, che viene celebrato in un grande evento annuale, nel quale le frazioni delle Valli Mirandolesi si sfidano a suon di mattarello e pentole per portarsi a casa l’ambito trofeo. Ancora pochi giorni per conoscere il responso delle due giurie, che dopo ripetuti assaggi proclameranno il migliore Maccherone al Pettine 2014. La sfida fra le frazioni di Mirandola per aggiudicarsi il Palio più goloso della Bassa, si preannuncia più accesa che mai, la celebre gara culinaria con finalità benefiche, dedicata a uno dei piatti simbolo della Bassa, coinvolgerà come di consueto decine di volontari che da alcuni mesi stanno lavorando a quello che si conferma un’ appuntamento conviviale tra i più interessanti, dove la solidarietà fa rima con entusiasmo e tradizione. Una giuria di giornalisti enogastronomici e consumati gourmet, darà il suo qualificato apporto, ma anche quella popolare esprimerà un altrettanto autorevole parere, per proclamare infine il miglior maccherone al Pettine della Bassa 2014, e consegnare il ricavato dell’evento alle associazioni di volontariato locali. San Martino Spino, Gavello, Quarantoli, Mortizzuolo, San Giacomo Roncole, sono le frazioni di Mirandola impegnate nella singolar tenzone, mentre il luogo della disfida è San Martino Spino (Mo), presso il nuovissimo PalaEventi, dove tutto avrà inizio alle ore 12,00. Un’iniziativa enogastronomica che valorizza una specialità della tradizione contadina, che affonda nei secoli la sua genesi, ma che si pone anche l’obiettivo di mantenere alta l’attenzione su un territorio che ha sofferto ripetutamente con il sisma e con il tornado che ne è seguito, e che ha ancora bisogno di aiuto. Si punta al raddoppio delle presenze a tavola, che nella precedente edizione, erano 400, e a quello dei 1200 piatti di maccheroni al pettine preparati e serviti. L’autorevole giuria tecnica metterà a disposizione i suoi saperi, grazie ai contributi qualificati di Andrea Battilani, grande connoisseur del patrimonio enologico e gastronomico di Italia e Francia; Luca Bonacini Gran Maestro della Confraternita del Gnocco d’Oro ed estimatore della cucina modenese; Giovanni Degli Angeli, presidente della San Nicola e massimo esperto di tortellini; Andrea Grignaffini, Direttore creativo del bimestrale Spirito diVino, e docente di Alma; Giuseppe Palmieri, maitre e sommelier dell’Osteria Francescana, e titolare di “Panino” street food tipico; Lorenzo Sandano, giovane food blogger appassionato al mondo gastronomico e ai viaggi; Giuseppe Schipano, direttore della Scuola Alberghiera di Serramazzoni (Mo); Errica Tamani, Premio Miglior giornalista 2012, della «Guida ai ristoranti d’autore d’Italia, Europa e Mondo» di Identità Golose. Quale sarà la frazione vincitrice? L’anno scorso la giuria tecnica presieduta da Stefano Bicocchi, in arte Vito, aveva assegnato il Palio del Pettine, a Quarantoli, mentre il voto popolare aveva premiato San Martino Spino, e quest’anno? L’aumento delle località partecipanti, e il palpabile e crescente entusiasmo dopo un’anno di paziente attesa, non può che lasciar intuire che se ne vedranno delle belle al Palio del Pettine 2014.

Luca Bonacini

Print Friendly, PDF & Email