www.ristorazionecatering.it
Tra terra e cielo, le 30 vendemmie de La Tosa
29 Dicembre 2014
www.ristorazionecatering.it
Expo 2015: al via le selezioni per oltre 5mila posti
7 Gennaio 2015

Il Parmigiano Reggiano incoronato anche dai foodies

www.ristorazionecatering.it

Il Parmigiano Reggiano ovvero il più regale dei formaggi, ingrediente indispensabile per la buona riuscita di centinaia di ricette in tutto il mondo, celebrato dai grandi chef di sempre, da Escoffier a Carnacina, da Marchesi a Bottura, riceve il plauso dei foodies del mondo in un goloso contest.
Tra i più antichi formaggi del mondo, risale alle ancestrali lavorazioni dei monaci Cistercensi che nel XII secolo ne regolamentarono le fasi produttive ideando un formaggio che poteva conservarsi ed essere trasportato, una delizia per il palato capace di esprimere eccezionali proprietà organolettiche sia giovane che sottoposto a lunghe stagionature.
È il risultato di un contest ideato da I Love Italian Food, che ha coinvolto 700 mila appassionati di cibo italiano in tutto il mondo, chiamati a scegliere le icone della cucina tricolore, tra una lista di prodotti tipici e di ricette significative del nostro Paese, hanno votato il Parmigiano Reggiano come migliore prodotto gourmet. Una consultazione – via Web – che si è tenuta nel mese di novembre, nella quale il Parmigiano Reggiano ha totalizzato il 20% delle preferenze complessive. A seguire, la pasta e il Prosciutto di Parma, poi l’olio extravergine di oliva e la pizza. Ma consultando la classifica, disponibile al link http://www.iloveitalianfood.org/?p=2384, alcune clamorose assenze nella Top 10, simbolo di italianità, come il cappuccino e la passata di pomodoro.
L’iniziativa ideata da I Love Italian Food, una realtà no-profit nata nel 2013 per promuovere e tutelare la cultura del cibo italiano di qualità, che ha coinvolto oltre 700 mila foodies e oltre 5.000 professionisti del settore, tra food blogger, chef, ristoratori, buyer e scuole di cucina, proseguirà con una campagna di comunicazione sui 12 prodotti più votati, che vedrà la partecipazione di grandi chef come Heinz Beck, Cristina Bowerman, Moreno Cedroni e Antonella Ricci, a cui verrà chiesto di interpretare una ricetta con una delle 12 eccellenze.
«Questo contest ci ha permesso di capire quali sono i veri ambasciatori del gusto made-in-Italy all’estero. E anche quali sono i tesori della nostra cucina che è necessario promuovere, perché ancora faticano a entrare nel cuore dei foodies stranieri – commenta Alessandro Schiatti, fondatore di I Love Italian Food -. Siamo convinti che il food rappresenti il vero petrolio d’Italia, un motore importante per la nostra economia. Questo ci motiva ogni giorno a diffondere e difendere la cultura e i valori del sistema agroalimentare italiano». Questa prima fase prosegue con il lancio a gennaio della campagna “2015: a 100per100 Italian Year” che accompagnerà la nascita del progetto di I Love Italian Food, “100per100 Italian”, con l’obiettivo di raccontare agli stranieri le nostre eccellenze, le ricette tipiche e le aziende virtuose, che producono cibo di filiera 100% italiana.

Per saperne di più: www.iloveitalianfood.org

Luca Bonacini

Print Friendly, PDF & Email