Filiera Bianca: la mozzarella di bufala diventa moderna
13 Settembre 2012
Piccole cuoche a domicilio crescono. Tanti progetti per l’Associazione di Maria Elena Curzio
13 Settembre 2012

Inaugurata la ex Ghiacciaia de I Portici Hotel

ghiacciaia-i-portici-hotelGli ospiti de I Portici Hotel di via Indipendenza nella centralissima Bologna, hanno da oggi ufficialmente la possibilità di vedere all’interno di questo storico albergo, qualcosa di veramente emozionante. Oltre al fascino degli interni e all’adiacente ristorante stellato, la cui sala principale è stata ricavata con un meraviglioso recupero del vecchio teatro Eden, c’è una chicca unica nel suo genere.

Pochi anni orsono, dopo i lavori di consolidamento degli interni all’hotel, per puro caso da una parete si aprì un varco che dava in un ambiente buio alto e circolare ma quasi tutto pieno di terra. Lo strano vano era subito apparso straordinario e alquanto insolito: la temperatura interna si aggirava sui 2 gradi e l’umidità era quasi del 90%. Il manufatto, che risale al 1.300 circa, è collegato a cunicoli e camminamenti stretti e ameni,  usati in tempo di guerra come rifugi. Ma della camera fredda e buia non se ne conosceva ancora l’esistenza.

La cosa divenne straordinaria quando ci si rese conto che si trattava di una antica ghiacciaia medioevale di straordinaria bellezza di enorme capacità. Ora l’ ambiente è visitabile e risulta suggestivo e straordinario, ma all’epoca, esattamente sotto la Rocca di Galliera voluta da Papa Giovanni XXII, veniva utilizzato esattamente come ora si usano i moderni frigoriferi. Paglia e neve accatastata in questo inverosimile ambiente per conservare alimenti e cibi per mesi e mesi. La ex-ghiacciaia oggi è una esclusiva saletta da degustazione e cantina per il ristorante. Divisa su due piani da un pavimento in vetro trasparente grazie al quale si percepisce l’impressionante ampiezza dei locali.

In questi giorni la direzione de I Portici Hotel ha ufficialmente presentato l’ex-ghiacciaia con una giusta punta d’orgoglio a personalità, giornalisti e soprattutto ai bolognesi perché si rendano conto del valore storico  e architettonico reso alla città.  L’inaugurazione della ex-ghiacciaia è stato anche il motivo  per presentare  il livello professionale di Agostino Iacobucci, da poco chef nel ristorante già stellato de I Portici Hotel, e occasione ha voluto che il menù dell’evento fosse preparato a quattro mani con un amico di Agostino: lo chef due stelle Michelin,  Niko Romito del Reale di Castel di Sangro. Un menù all’insegna della contaminazione tra la cucina d’origine, quella partenopea di Iacobucci e l’emiliana, terra di cibi e sapori a cui il giovane chef de I Portici si sta con capacità ispirando.

Roberto Martinelli

[nggallery id=63]
Print Friendly, PDF & Email