Il 7 novembre la Tavola Immaginaria
17 Ottobre 2014
www.ristorazionecatering.it
Il turismo digitale cresce a doppia cifra
17 Ottobre 2014

Interpoma 2014, la grande mela

www.ristorazionecatering.it

Poco più di un mese ci separa della prossima edizione del salone biennale internazionale dedicato alla mela e alla sua intera filiera: produttori, esperti e ricercatori provenienti da ogni parte del mondo si sono dati infatti appuntamento Bolzano da giovedì 20 a sabato 22 novembre prossimi, negli spazi del quartiere fieristico della città.
Il mercato ortofrutticolo della mela, prodotto di punta delle produzioni del nord Italia, registra da tempo numeri più che importanti, tanto da portare un evento come questo alla sua nona edizione: si pensi che nell’ultima edizione del 2012, Interpoma ha registrato la presenza di oltre 16.000 operatori provenienti da 60 Paesi del mondo, con un incremento del 13,5% rispetto al 2010, con 364 aziende espositrici di 17 diverse nazioni.
L’anno 2014 può a tutti gli effetti essere considerato un anno record per la produzione europea di mele: secondo le previsioni già diffuse durante Prognosfruit, la conferenza annuale sulla mela e sulla pera organizzata da WAPA, “World Apple and Pear Association”, la stima-primato si aggirerebbe  intorno a una produzione europea di circa 11,9 milioni di tonnellate, segnando un +9% rispetto al 2013 e un +12% rispetto alla media dell’ultimo triennio. Top list è la Polonia, forte dell’ incremento di 370.000 tonnellate rispetto al 2013, conseguita dall’Italia dove sono attese 2.388.000 tonnellate (+ 266.000 tonnellate sul 2013), e dalla Germania, con 1.036.000 tonnellate (+ 232.000 tonnellate rispetto allo scorso anno).
Qual è la varietà vincente? La Jonagold, che segna un + 12% (562.000 tonnellate), ma anche le altre si difendono bene con un + 2% della Golden Delicious, + 7% della Gala, + 4% della Idared.

I temi del Congresso
Si attende il congresso internazionale “La Mela nel Mondo”, coordinato dall’esperto di frutticoltura Kurt Werth: gli argomenti trattati nella tre giorni andranno da “Nuovi flussi di mercato e organizzazione dell’offerta nel commercio mondiale della mela”, “Frutticoltura sostenibile: uno sguardo nel laboratorio delle idee per future innovazioni” a “Novità dalla scienza e dalla ricerca / Il cambiamento climatico e la frutticoltura”.
“La stagione 2014 si annuncia assai complessa in tutta Europa per tre motivi sostanziali: l’iper produzione di mele che, eccezion fatta per la Francia e per altri piccoli paesi, sarà un comune denominatore; la presenza di grandi quantitativi di scorte della produzione 2013; le misure prese dalla Russia nei confronti dei Paesi Europei” – ha dichiarato Kurt Werth. “Ciò che potrà aiutare a fronteggiare una simile situazione sarà probabilmente la qualità ed, eventualmente, il ritiro fin da subito dei quantitativi di minor pregio da parte dell’industria”.
A rappresentare l’Italia ci sarà May Hani della FAO, la quale illustrerà il modello altoatesino nella produzione delle mele, presentandolo come esempio di innovazione e cooperazione.
Per il programma completo: www.interpoma.it

Alessandra Locatelli 

Print Friendly, PDF & Email