Costardi Bros: “Comunicare un progetto è importante quanto realizzarlo”
15 Ottobre 2019
L’insegnamento di Paolo Teverini
16 Ottobre 2019

Mattia Cianca è il Miglior Sommelier d’Italia 2019

È Mattia Antonio Cianca il Miglior Sommelier d’Italia ASPI 2019, proclamato nei giorni scorsi a Milano, presso l’Istituto Carlo Porta, al termine della prestigiosa competizione nazionale di ASPI – Associazione della Sommellerie Professionale Italiana, l’unica associazione italiana membro dell’ASI – Association de la Sommellerie Internationale.
Quanta preparazione e quanta esperienza servono per affrontare una selezione così severa, quanta passione per il proprio mestiere, quanta attitudine, presenza e spigliatezza l’hanno dimostrato i finalisti del concorso ASPI in tutte le fasi della competizione, ulteriore prova – ma siamo certi che non ce ne sia bisogno – che i sommelier italiani, sia che prestino la loro opera in Italia sia che la prestino all’estero, si distinguono per professionalità e competenza.
I candidati si sono sfidati nelle prove classiche e a sorpresa ideate da ASPI per testarne la competenza e la preparazione tecnica, la capacità di decidere in tempi brevi e la destrezza di esecuzione. Degustazione gustativa e olfattiva, correzione di una lunga carta dei vini, abbinamento cibo/vino, degustazione di caffè e di birra, decantazione e test fotografico. Un esame approfondito dove la padronanza di almeno una lingua straniera è indispensabile; una prova che misura la disinvoltura di fronte al cliente oltre che la competenza tecnica e che tutti i finalisti hanno affrontato con grande professionalità.
Una giuria internazionale, composta dal Presidente ASPI Giuseppe Vaccarini e dai Presidenti delle Associazioni di Sommellerie europee, dai vincitori delle scorse edizioni del concorso e dai giornalisti del settore, con la partecipazione di William Wouters, Presidente dell’associazione sommelier del Belgio, e di Franko Lukez, Presidente dei Sommelier di Croazia, in rappresentanza dell’ASI hanno decretato il vincitore tra Salvatore Castano, Sommelier all’Annabel’s di Londra, Michele Fazari, Sommelier al Four Seasons Hotel at Ten Trinity Square, Londra e Mattia Antonio Cianca Sommelier presso Alexander Il Gusto Antico di Cortina d’Ampezzo.
Mattia Antonio Cianca, Miglior Sommelier d’Italia ASPI 2019, è nato a Roma, ha vissuto e lavorato a Melbourne, dove ha approfondito gli studi, iniziato la carriera di sommelier e conquistato il titolo di Best Sommelier of Australia nel 2017. Rientrato in Italia all’inizio di quest’anno ha dato dimostrazione della sua preparazione e si è distinto tra i 7 sommelier professionisti candidati al titolo.

Marina Caccialanza

Print Friendly, PDF & Email