I 180 anni dell’Antica Focacceria San Francesco
10 Giugno 2014
I campioni della FIC al Global Chef Challenge
10 Giugno 2014

MortadellaBÒ una città orgogliosa del proprio prodotto simbolo

Il prossimo 9 ottobre aprirà i battenti la nuova edizione di MortadellaBÒ, festival di strada che riempie letteralmente di golosi il centro cittadino del capoluogo felsineo. A presentare il ricco programma della manifestazione, al circolo della stampa di Milano, oltre al Presidente del Consorzio Mortadella Bologna IGP, sig. Marconi, Siusy Blady ed Evelina Flachi.
Lo scorso anno furono contate oltre 100.000 presenze nel fine settimana, venduti oltre 5.000 kg di prodotto, per una kermesse che a pieno titolo è un’attrazione turistica.
Un prodotto, la mortadella che vanta uno dei disciplinari più antichi e, almeno in passato, molto rigorosi, se si pensa che le regole originarie, emesse sotto il regno del Cardinale Farnese, se infrante portavano a essere sottoposti a “tre nodi di corda”.
La mortadella poteva definirsi tale solo se fatta con spalla, trito e gola del maiale, la produzione poteva esser fatta solo all’interno delle mura della città, il prezzo stabilito doveva esser alto.
Un prodotto prestigioso, da città, unico luogo ove potessero essersi gli strumenti di cottura data a “stufare”, dunque, un prodotto che solo i nobili potevano realizzare, giuste le conseguenze nefaste minacciate in caso di sgarro. Oggi, invece, si è certamente allargata la maglia chilometrica di produzione, ma, a partire dal 1998 anno di fondazione del Consorzio, il rigore è tornato, affinché la dispersione di un patrimonio gastronomico avvenuta fin dagli anni ’70, finisse e la mortadella ritornasse ad essere regina della tavola.
Appuntamento, dunque, a Bologna, ma prima attenti al tour che gli organizzatori hanno previsto per “sposare” la mortadella alle tante specialità del nostro paese.

Per informazioni e aggiornamenti sul programma www.mortadellabo.it

Aldo Palaoro

Print Friendly, PDF & Email