Bufala Fest si fa più grande con il “Trofeo Pulcinella”
4 Giugno 2019
Il Marin-Eataly e Marco Visciola restituiscono a Genova il posto che merita
5 Giugno 2019

Nasce in Sicilia un nuovo hub enogastronomico: La Strada del Vino e dei Sapori della Valle dei Templi

Il 1 e il 2 giugno, Agrigento ha tenuto a battesimo la nuova Strada del Vino e dei Sapori della Valle dei Templi, un’associazione che riunisce 14 cantine, 6 oleifici, diverse aziende agricole e strutture ricettive tra alberghi e ristoranti in provincia di Agrigento e Caltanissetta.

Nella prima giornata a Casa Sanfilippo, sede della Strada affacciata verso i Templi, si è svolto il convegno dal titolo “Vino, sapori e unicità del territorio” . Hanno aperto i lavori Luigi Bonsignore produttore di vino e presidente della Strada e Fabio Gulotta, direttore dell’associazione e proprietario del ristorante Terracotta di Agrigento: entrambi hanno evidenziato la volontà e la necessità di costruire una rete forte e coesa di realtà imprenditoriali del territorio in grado di intercettare il numero sempre crescente di turisti attratti dall’enogastronomia e dalle esperienze autentiche legate al food&wine . “Tra i punti di forza- afferma il presidente- possiamo puntare su un’offerta produttiva unica dal vino all’olio. Queste terre sono molto vocate per la produzione del Nero d’Avola e non è un caso che i nostri vini rappresentino le migliori espressioni del varietale. La nostra missione sarà non solo quella di portare in auge questo vitigno ma legarlo al brand Valle dei Templi e a tutte le bellezze monumentali e paesaggistiche che si trovano nei 250 chilometri di Strada”.

Al loro intervento è seguito Giuseppe Parello, direttore del Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi, Ente capofila della nuova associazione e socio onorario, il quale ha manifestato il completo appoggio alle iniziative della Strada mettendo a disposizione il potenziale attrattivo della Valle dei Templi. “Il paesaggio si può tutelare solo vivendolo, animandolo e, soprattutto, essendo un paesaggio agricolo, coltivandolo. ”-ha dichiarato Parello-descrivendo il virtuoso progetto Diodoros grazie al quale le produzioni agricole all’interno del Parco vengono trasformate nel vino e nell’olio Diodoros, il primo vinificato dalla coorperativa Cva di Canicattì e il secondo prodotto dall’azienda Val Paradiso di Naro (AG), entrambe socie della Strada. Il presidente della Federazione Strade del Vino Siciliane, Gregorio Sparacino ha poi promosso la nascita della tredicesima Strada del vino in Sicilia, auspicando la collaborazione tra le parti interessate.

Florinda Saieva, professionista con studi ed esperienze all’estero e tornata poi alle sue radici, ha invece descritto l’innovativo progetto Farm Cultural Park da lei ideato assieme al marito, un interessante Centro Culturale di rigenerazione urbana del centro di Favara (AG) dove unendo architettura, arte contemporanea e public design, sono stati ristrutturati spazi privati e pubblici aperti a nuove esperienze culturali e creative. “Siamo riusciti a far diventare la nostra città una delle tre attrazioni dopo la Valle dei Templi di Agrigento. Dobbiamo essere noi quella parte che inizia a costruire dei modi di stare insieme-ha proseguito Saieva- Dobbiamo tradurre il desiderio di fare in fattibilità, sappiamo di avere potenzialità e ne dobbiamo prendere coscienza e attivare degli strumenti”.

Hanno chiuso il convegno Vincenzo Cusumano, direttore dell’Irvo, Istituto Regionale del Vino e dell’Olio, che ha evidenziato l’unicità della Sicilia e del vitigno come strumento di valorizzazione del territorio e Francesca Tomasi, analista finanziaria della stat-up Kresco, partner dell’associazione, che ha presentato delle soluzioni di mobilità green a sostegno del turismo ecosostenibile.

Il giorno successivo sulla terrazza di Casa Barbadoro nel cuore della Valle dei Templi, affacciata sulle maestose rovine e sul mare, la Strada ha organizzato una degustazione dei propri prodotti, aperta al pubblico, un’interessante occasione di scambio e confronto tra i numerosi presenti e i produttori, in una cornice di grande fascino.

Le aziende aderenti alla Strada del vino e dei sapori della Valle dei Templi sono: Milazzo, Baglio del Cristo di Campobello, Cva Canicattì, Vitivinicola Lombardo, Casa vinicola Sicania, Baglio Bonsignore, Tenute Cuffaro, Principe di Aragona, Bagliesi Vito, Azienda agricola Morreale, Azienda agricola Giuseppe Camilleri, Val Paradiso, Lombardo vini società agricola, Azienda agricola Vella Gabriella, Luna Sicana, Azienda agricola Salamone, Grottarossa Vini, Azienda agricola Carla Sala, Azienda agricola Relais Terre di Zaccanello, Fattoria Vassallo.

Alessia Cipolla

Print Friendly, PDF & Email