Parmigiano Reggiano: nuova battaglia contro l’“Italian sounding”
17 Dicembre 2015
Tributo alla Birra
17 Dicembre 2015

Natale 2015: oltre 7 milioni di italiani al ristorante

Se ancora può valere il vecchio adagio che esorta a trascorre il Natale “con i tuoi”, non è detto che il luogo prescelto debba per forza essere la casa. Anzi. Secondo le stime dell’indagine “Feste di Natale 2015 a tavola”, realizzata da Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) in collaborazione con Format Research, per i pranzi e i cenoni delle festività 2015 crescono le presenze in ristoranti e trattorie. Sono 7,3 milioni, per l’esattezza, gli italiani che pranzeranno lontano dalle mura domestiche (il 12% della popolazione), facendo registrare un incremento del 2,8% rispetto allo scorso anno, e mettendo in conto una spesa media pro capite di poco più di 50 euro. A restare a casa saranno dunque otto italiani su dieci: in particolare famiglie, over 55, e residenti del Centro Italia.
La percentuale di quanti sceglieranno una serata ‘casalinga’ sale all’86,5% per il cenone della Vigilia, che sarà trascorso al ristorante da 4,7 milioni di italiani (il 7,7%): in prevalenza giovani e giovanissimi e residenti nelle regioni del Sud; mentre arrivano a coprire una fetta di poco più di un milione (1,9%) coloro che consumeranno la cena della Vigilia in un ristorante all’estero: una percentuale che cresce significativamente salendo lungo lo Stivale, in particolare tra i residenti nelle regioni del Nord-Est (3,8%) e del Nord-Ovest (4,1%). “Le previsioni per le festività natalizie nel fuoricasa sono un ulteriore segnale di buon auspicio per il settore – dichiara Lino Enrico Stoppani, presidente di Fipe – e confermano i risultati positivi del Rapporto Ristorazione che la nostra federazione ha recentemente presentato. Quello del fuoricasa è un mercato che vale 76 miliardi di euro e pone il nostro Paese al terzo posto in Europa per consumi e presenze: un patrimonio da valorizzare e promuovere anche durante le occasioni di festa. La spesa prevista di 308 milioni di euro per il solo pranzo di Natale è una stima incoraggiante per il settore e per l’intera economia italiana; una spinta ulteriore verso un futuro improntato all’ottimismo, che segna il superamento delle incertezze registrate a novembre a seguito dei fatti di Parigi”.

Mariangela Molinari

foto: ristorante La Corte Follina

Print Friendly, PDF & Email