Presentato il libro sull’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena
22 Settembre 2011
Nuova sala degustazioni per Donna Franca Florio
22 Settembre 2011

News entries nell’associazione friulana “Via dei Sapori”

Sono ormai 21 gli associati a "Friuli Venezia Giulia Vie dei Sapori". Le ultime due new entries sono i ristoranti "Al Bagatto" (Trieste) e "Costantini" (Tarceto).

al-bagatto-friuli-via-saporiL’associazione di enogastronomia regionale “Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori”  raggiunge quota 21 aderenti tra i ristoratori: le new entry sono i ristoranti “Al Bagatto”, di Trieste, e “Costantini”, di Tarcento.
I due nuovi arrivi nel campo dei ristoratori hanno una storia che parla da sé. “Al Bagatto” ha dietro di sé 45 anni di attività, dall’apertura come osteria fino alla trasformazione, negli anni Ottanta, in ristorante. Si distingue per la cucina marinara, basata sull’assoluta freschezza e qualità del pesce: una decisione presa da Gianni Marussi e tuttora proseguita dal figlio Roberto, che è succeduto alla guida del locale nel 2008, ereditandone anche la consistente cantina, capace di 1.500 bottiglie.
Più vario nel menù, dai piatti di carne a quelli di pesce, il ristorante “Costantini” valorizza i prodotti tipici friulani, come vuole il proprietario Pio Costantini: “Per tenere viva la cucina tradizionale, oltre a rinnovarla con le tecniche di cottura, la scelta di condimenti più leggeri e via dicendo, un ruolo fondamentale lo giocano le materie prime del luogo”, è la sua ricetta.
Tra i prossimi arrivi, nel gruppo di vignaioli e produttori di grappe, ci sarà anche “Zidaric” di Prepotto, azienda fondata nel 1988 da Beniamino Zidarich e dalla moglie Nevenka, per la coltivazione di varietà in prevalenza autoctone. Nel 2009 è stata inaugurata la nuova cantina, di cinque piani interrati, scavati nella roccia. A questo proposito, Zidarich ci tiene a ricordare che “La pietra che abbiamo scavato è tutta tornata al suo posto: selezionata, lavorata e trasformata in capitelli, archi per portoni, colonne, pavimenti”. Tra i vini prodotti si ricordano “Vitovska” e “Malvasia” tra i bianchi, e “Terrano” e “Ruje” per i rossi, frutto di una raccolta molto selettiva, senza far uso di concimi chimici, e di un imbottigliamento senza filtrazione.

Per saperne di più: http://www.friuliviadeisapori.it/

Print Friendly, PDF & Email