Al “Lume Milano” Luigi Taglienti riscrive la tradizione
28 Novembre 2019
A RePanettone migliaia di persone e due concorsi
1 Dicembre 2019

Nicola Falanga vince la 4° edizione del contest internazionale #PizzaAward

E’ stato Nicola Falanga ad aggiudicarsi  il #pizzAward2019 con la sua “Crisommola blu”: il pizzaiolo di Terzigno infatti è arrivato primo nella quarta edizione del contest, a numero chiuso, che ha ammesso alla gara 100 pizzaioli da ogni parte del mondo. Oltre a Falanga sono stati premiati anche altri pizzaioli ed esponenti del mondo dell’ alimentazione: il #pizzAward 2019 per la migliore pizza interpretazione della tradizione è Christian Riccio di Roma con la sua “AmatRiccia”, mentre per la più creativa è Massimiliano Pica da Copenaghen con la “Sannita”, mentre gli  scienziati Annamaria Colao, Silvano Gallus, e Bruno Siciliano, che hanno ricevuto il “Pizza Science Award”, la statuetta in rame realizzata dal maestro artigiano Pasquale Merone, per il loro contributo scientifico al mondo pizza.

A decretare il vincitore, una giuria di giornalisti enogastronomici ed esperti del settore composta da Giuseppe Cerasa (Le Guide di Repubblica), Alessandro Circiello (Dirigente della Federazione Italiana Cuochi FIC e personaggio televisivo), Patrizio Roversi (conduttore televisivo), con il coordinamento di Giuseppe Giorgio (giornalista enogastronomico), che hanno valutato le loro proposte nel corso del tasting live al Molino Caputo. I #PizzaAward sono stati assegnati nella suggestiva cornice di Palazzo Caracciolo MGallery by Sofitel a Napoli, in una serata plastic-free condotta dai giornalisti Luciano Pignataro e Anna Scafuri, che ha presieduto la giuria anche per questa edizione.

Così si è felicitamente espressa Francesca Marino, ideatrice del format:

“Abbiamo avuto il piacere di riassumere in una serata tutto il meglio che questo mondo pizza sa esprimere: la bravura dei pizzaioli, la capacità di comunicare la loro arte, il lavoro degli studiosi su questo alimento, la solidarietà, l’arte e lo spettacolo. Il nostro sforzo è appunto quello di mettere tutti insieme, fare rete con le eccellenze in una serata unica e irripetibile nella nostra città. Questa quarta edizione, durata sei mesi e che ha raccolto quasi tre milioni di visualizzazioni, è stata l’edizione dei record. Ma già siamo al lavoro per la prossima”.

Print Friendly, PDF & Email