A Cheese non potevano mancare i formaggi del Regno Unito
7 Settembre 2011
Piero Valdiserra parla dei consumi beverage per l’autunno
9 Settembre 2011

Niko Romito e Feudo Antico insieme per “CasaDonna”

Niko Romito e l'azienda Feudo Antico hanno unito le forze per realizzare un progetto a "CasaDonna", ex convento a Castel di Sangro. Diverrà una scuola per giovani chef, ma con tanti plus in più.

feudo-antico-niko-romitoSta diventando realtà il progetto di Niko Romito, patròn del ristorante stellato “Il Reale”, e dell’azienda “Feudo Antico”, tra le più importanti cantine della doc Tullum, in Abruzzo. A Castel di Sangro, in provincia dell’Aquila, i due stanno realizzando un vigneto di montagna a “CasaDonna”, uno splendido ex convento trasformato in una scuola per giovani chef, con annessi ristorante, relais e sei ettari di proprietà, comprendenti orto, frutteto e vigneto.
Il vigneto di “CasaDonna”, in particolare, è situato a 1.000 metri d’altitudine ed è curato esclusivamente dalla cantina di Tollo, “Feudo Antico”, che ha così realizzato il primo vigneto di montagna della regione abruzzese. Le vigne sono state messe a dimora quattro mesi fa: si tratta di uve autoctone, come il Pecorino, e altre del tutto nuovo per il territorio, come il Pinot nero, il Riesling renano, lo Sylvaner verde, il Traminer e il Veltliner. Il progetto di ricerca, volto a determinare la qualità del vino prodotto in montagna, è portato avanti in collaborazione con lo staff del professor Attilio Scienza, dell’Università degli studi di Milano. Un progetto che ha una ricaduta quasi immediata sul territorio, valorizzato dalla presenza dei vigneti, e sul quale si concentreranno gli interessi degli amanti dell’enologia.
Non finisce qui la partnership tra “CasaDonna” e “Feudo Antico”: alcune docenze nella scuola di formazione saranno, infatti, gestite direttamente dall’azienda tollese.

Per saperne di più: http://www.feudoantico.it/

Print Friendly, PDF & Email