Aperitivo al succo di pomodoro analcolico e non
5 Settembre 2011
Nasce la Dichiarazione europea sulla sovranità alimentare
5 Settembre 2011

“Parliamo di Formaggio” viaggio itinerante nel gusto

Quattro Consorzi (Consorzio Tutela Asiago, Consorzio Parmigiano Reggiano, Consorzio Mozzarella di Bufala Campana e Consorzio Provolone Valpadana) si sono di nuovo riuniti per "Parliamo di Formaggio", un viaggio itinerante nel gusto.

parliamo-formaggioIl formaggio sta aumentando la sua penetrazione nella ristorazione trasformando le due famose scagliette i grana di fine pasto in una pietanza a tutti gli effetti. Aumentano i locali che propongono il carrello, crescono i ristoratori che imparano l’arte della selezione e dell’affinamento, sono in numero sempre maggiore i consumatori che prediligono la straordinaria varietà di sapori racchiusi in un solo piatto che, spesso, si trasforma in un viaggio in Italia.
Come quello organizzato da quattro consorzi di formaggi DOP – il Consorzio Tutela Formaggio Asiago, il Consorzio Parmigiano – Reggiano, il Consorzio della Mozzarella di  Bufala Campana e il Consorzio Provolone Valpadana – che danno vita al tour “Parliamo di Formaggio”, dedicato ai ristoratori. Le giornate sono state ideate, più di dieci anni fa dal Consorzio Tutela Formaggio Asiago, a cui si sono uniti nel tempo gli altri consorzi.
Un buon modo per fare le sempre auspicate sinergie in grado di dare un’immagine ampia e solida del patrimonio alimentare italiano.
In questa edizione, che partirà il 27 settembre, sono sei gli incontri previsti, con altrettanti temi specifici e l’intervento di tre chef, tra i più noti ed apprezzati del Paese.
Si comincia il 27 settembre in Calabria con Rosanna Marziale del Ristorante Le Colonne di Caserta: chef emergente e  sempre più premiata.
All’Alta Fiumara Resort di Villa San Giovanni illustrerà, preparandoli dal vivo, alcuni esempi di finger food. Con ulteriori  idee e spunti la Marziale replicherà il 3 ottobre a due passi da Trieste nel suggestivo Castello di Duino.
Massimo Bottura, premiatissimo chef dell’anno, guru di un nuovo modo di cucinare oggi con la cultura della tradizione, parlerà di come i formaggi Dop devono entrare nella quotidiana “lista della spesa” di un cuoco. Lo farà il 10 ottobre a Torino, al Centro Congressi Torino Incontra e la settimana dopo, il 17 ottobre, a Perugia a  Villa Fontana.
Dell’utilizzo, della preparazione, della cottura dei formaggi in cucina si occuperà lo chef Luigi Pomata, titolare ed artefice del successo dell’omonimo ristorante di Cagliari, che sta diventando un simbolo dell’alimentazione di qualità nell’isola.
Terrà le sue performance  il 24 ottobre ad Ascoli Piceno  al Palazzo dei Capitani e l’8 novembre a Napoli al Centro Congressi Tiempo.
In ogni incontro ci sarà una parte introduttiva e propedeutica sui Formaggi DOP tenuta dal Dottor Giancarlo Coghetto, esperto di filiera lattiero-casearia e maestro assaggiatore ONAF.
Gli incontri saranno gratuiti, ma a numero chiuso. Per cui è bene iscriversi presto.
Per farlo basta collegarsi al sito www.grandiformaggidop.com o contattare StudioCattaneo al numero verde 800 822 181.

Print Friendly, PDF & Email