Grandi novità dalla Cantina Majolini: ecco il Blanc de Blanc
26 Ottobre 2011
Zafferano: l’oro rosso delle spezie
26 Ottobre 2011

Più spazio al beverage a Sapore 2012

All'edizione 2012 di Sapore, fiera di Rimini, ci sarà più spazio per le aziende del settore beverage. Sono previsti dei "sampling box", ovvero spazi dedicate alle degustazioni delle aziende dei propri prodotti. Largo al beverage quindi, che raddoppierà il suo spazio.

sapore-rimini-2012Letteralmente “sampling” viene da “sample” che significa “campione”, “saggio”. Applicato al settore del beverage significa assaggio di un prodotto, allo scopo di promuoverlo, farlo conoscere e apprezzare.
Nell’edizione di Sapore 2012, in programma a Rimini dal 25 al 28 febbraio, all’interno di Selezione Birra & Beverage, il “sample” avrà uno spazio più ampio: sarà creata un’area dedicata al confronto tra aziende, grossisti ed operatori del canale Ho.re.ca. Nella piazza degli affari, completata dai “sampling box”, le aziende potranno far degustare i propri prodotti e nel “sampling bar” saranno ospitate le iniziative legate alla promozione delle nuove bevande.
Così il beverage vedrà raddoppiare lo spazio dedicato per offrire più opportunità di incontro e conoscenza agli operatori interessati all’universo delle bevande e della birra.
In anteprima saranno proposte tutte le novità che caratterizzeranno il 2012 e i riflettori punteranno sulle specialità birrarie italiane e straniere e sui prodotti artigianali, anticipando le tendenze del mercato.
Nonostante negli ultimi anni i consumi di birra siano rimasti invariati, si sono modificati i comportamenti e la cultura del bere, specie per i prodotti di nicchia artigianali, ad esempio le birre senza glutine. E lo spazio della birra è del tutto meritato, visto la crescita in termini di consumi, che, secondo una ricerca ISPO/AssoBirra, solo nel 2011 ha conquistato 7 milioni di neo consumatori, che portano a 36 milioni il numero dei suoi appassionati.
Tra gli italiani maggiorenni “under 44” la birra è eletta come la bevanda alcolica preferita nei pasti fuori casa, considerata come l’alternativa più leggera e meno alcolica al vino che, invece, resta il preferito nei pasti domestici dei consumatori nazionali.

Print Friendly, PDF & Email