Mionetto lancia il vino aperitivo dell’estate
28 Giugno 2012
La birra senza glutine all’Italian Beer Festival. Una rivoluzione virtuosa.
28 Giugno 2012

Le Premiate Trattorie Italiane si presentano

premiate-trattorie-italianeI fratelli Malinverno della Crepa di Isola Dovarese (CR), Moreno e Giuliana Saragoni della Locanda del Gambero Rosso di San Piero in Bagno (FC), la famiglia Circella della Brinca di Ne in Valgraveglia (GE), Alberto Bettini di Amerigo 1934 di Savigno (BO), la famiglia Devetak dell’omonima trattoria a San Michele del Carso (GO): ovvero le Premiate Trattorie Italiane, un gruppo di Trattorie premiate dal tempo, dagli anni e dalla clientela.
Così amano definirsi e così si presentano al pubblico lunedì 2 luglio in una cena collettiva presso la Crepa di Isola Dovarese, a pochi chilometri da Cremona, per il debutto ufficiale del gruppo.

“La voglia di condividere un’esperienza, un percorso e una storia, ci ha uniti diversi anni fa e da allora lavoriamo sinergicamente in piena armonia con la nostra famiglia e la nostra clientela. Le trattorie che, con tutta la famiglia dirigiamo, rappresentano per noi qualcosa in più di un semplice luogo del mangiare bene” raccontano praticamente all’unisono i cinque osti che hanno un’idea molto chiara della cucina italiana chesi esprime attraverso la varietà delle ricette in grado di rendere “ bene l’idea del complesso panorama gastronomico italiano, ricco di cibi e di storia, unito dalla sola sintassi del pasto, la quale rende la nostra cucina unica al mondo: antipasto, primo, secondo e dessert”.

Il menu della serata sarà arricchito dalla presenza di David Colom dell’Hostalet (Hostalets d’en Bas, Girona, Es), giovane trattore catalano, compagno di studi alla Fundaciò Alicia di Federico Malinverno (Caffè La Crepa – Isola Dovarese).
Ogni trattore porterà con sé un vino locale (100% autoctono) e sarà abbinato al piatto proposto.
La stessa sera verrà inaugurata una mostra del celebre pittore cannetese Ugoletti (Canneto Sull’Oglio).
Il tipico evento in cui è bello poter dire “io c’ero”.

Luigi Franchi

Print Friendly, PDF & Email