Culatello DOP: a Zibello torna il Festival che lo celebra
28 Maggio 2018
La Terracolta di Grani Futuri: sostenibilità di domani
29 Maggio 2018

I primi 20 anni del Consorzio della Bresaola della Valtellina Igp

Il Consorzio di Tutela Bresaola della Valtellina Igp festeggia 20 anni dalla sua fondazione.

Vent’anni percorsi da successi in costante crescita per un prodotto tipico locale diventato specialità internazionale e che, grazie all’ottimo lavoro svolto dal Consorzio, oggi può vantare un trend positivo con una crescita di consumo del +2,4% nel 2017, + 45% dal 2000.

Numeri che fanno dire al presidente Franco Moro: “Vent’anni fa abbiamo fatto la scelta giusta. Con il nostro disciplinare, certificato dal marchio Igp, siamo riusciti a perpetuare passione, amore per il territorio e a comunicarlo con trasparenza verso il consumatore”.

Gli sviluppi si presentano interessanti e l’export, oltre il 9% del totale, in crescita soprattutto nell’Unione Europea ma promettente nei Paesi extraeuropei e presso popolazioni islamiche che trovano nella bresaola, salume totalmente di origine bovina, una specialità unica.

Molte le ragioni dell’apprezzamento del pubblico per la bresaola: la sua leggerezza e digeribilità date dalla stagionatura, la quasi totale assenza di grassi, la ricchezza in proteine, sali minerali e vitamine. Michelangelo Giampiero, nutrizionista e medico dello sport ne sottolinea le virtù per l’alimentazione di tutti e in particolare degli sportivi. Mauro Ferraresi, sociologo dei consumi e docente IULM, fa notare come secondo un’indagine del Censis il salume riscuota ampio consenso presso i Millenials: cibo salutare, light e bello da fotografare.

Ma è sulle peculiarità del territorio e sul lavoro eccellente dei produttori e del consorzio che punta l’attenzione Paola Dolzadelli, coordinatore del Consorzio di Tutela Bresaola della Valtellina: “La qualità del prodotto è aumentata costantemente grazie all’impegno del consorzio e delle aziende produttrici che hanno saputo coniugare tipicità di nicchia e grandi volumi attraverso la selezione accurata delle carni e un processo di lavorazione attento agli standard di sicurezza e qualità che il marchio Igp impone.

Un compleanno storico, dunque; la Bresaola della Valtellina ha saputo evolversi, adeguarsi alle esigenze moderne e conquistare un mercato sempre più ampio. “La storia di questo salume – ha affermato il presidente Moro – è frutto di secoli di memoria e gesti dell’uomo tramandati di generazione in generazione, che oggi continuano a essere il valore aggiunto del prodotto”.

Marina Caccialanza

Print Friendly, PDF & Email