Onav Lombardia porta alla Mercedes il meglio del vino tedesco
10 Settembre 2011
Ricoccole: nuovo prodotto Bauli
11 Settembre 2011

Esce il primo libro sulla storia della ristorazione romagnola

"Bianchi&Neri, cuochi e camerieri... patron e sommelier". Questo è il titolo del primo libro sulla storia della ristorazione romagnola. 18 testimonianze di chi ha lasciato la propria impronta, ricche di dettagli.

copertina-bianchi-neri-cuochi-camerieriIn arrivo il primo libro sulla storia della ristorazione romagnola dal 1960 alla metà degli anni ottanta: “Bianchi&Neri, cuochi e camerieri… patron e sommelier”, con le testimonianze di 18 personaggi rappresentativi del periodo, raccolte da Franco Chiarini e collaboratori.
Chiarini, ideatore e coordinatore del progetto per il “Centro studi territoriale e delegazioni della Romagna”, ha recensito gli archivi di queste star della cucina, secondo un progetto ben definito. Ogni scheda contiene infatti una serie di informazioni bastevoli a riempire una biografia: la scuola e il lavoro dello chef, quali sono stati i suoi maestri e quali gli allievi, la filosofia, le ricette e i menù, le iniziative, i riconoscimenti e i clienti affezionati, le pubblicazioni, assieme ai riferimenti ai loro archivi personali. Ogni scheda riporta anche una ricetta inimitabile suggerita dallo chef di turno.
I protagonisti del libro di Chiarini sono: Silverio Cineri, del ristorante Silverio di Faenza; Paolo Teverini, dell’omonimo ristorante di Bagno di Romagna; Igles Corelli, attualmente al ristorante Atman di Pescia, Tarcisio Raccagni, del Gigiolè di Brisighella; Verdiana Villa Turicchia, dell’Antica Trattoria Al Gallo di Ravenna; Lucia Velia Zaghini, del ristorante Zaghini di S. Arcangelo;” Nerio Raccagni, di Torre Pratesi di Brisighella, e Walter Bartolini, dell’omonimo ristorante di Cesenatico; Pietro Berdondini, del San Francisco di Parigi; Roberto Spadoni, del Maddalena di Marina di Ravenna; Lionello Casali, del ristorante Casali di Cesena; Gianfranco Bolognesi, de La Frasca di Castrocaro/Milano Marittima; Giacinto Rossetti, del Trigabolo di Argent; Giovanni Morri, de La Vecchia Rimini; Sante Baroncini, del ristorante Tino di Massa Lombarda; Luigi Rossi, dell’omonimo ristorante di Lugo; il cameriere Bruno Renna, attualmente al ristorante Terrazza Bartolini di Milano Marittima. Una scheda unica è dedicata al cuoco Valentino Marcattili e Giualuigi Morini del San Domenico di Imola.
La pubblicazione è completata da una scheda che riporta la cartina geografica della Romagna con l’elenco di 25 ristoranti e trattorie indicate dalle guide, dalle pubblicazioni e dalle associazioni dell’epoca.
Il volume “Bianchi&Neri” vuole essere uno strumento di trasmissione del sapere gastronomico, derivato da una tradizione “povera” e statica e oggi divenuto una realtà complessa e in continuo rivolgimento, ed è pensato apposta per essere di volta in volta ingrandito con eventuali nuove schede biografiche. All’interno del progetto, infine, troverà spazio l’apertura in biblioteche pubbliche, a partire da quella del comune di Russi, di un settore dedicato appositamente alla gastronomia.

Print Friendly, PDF & Email