Batti il ritmo dell’estate con Aquavitamin
12 Giugno 2012
Tonno Callipo è sinonimo di tracciabilità
12 Giugno 2012

Il progetto di Light-weighting del Gruppo Sanpellegrino

impegno-sostenibile-san-pellegrinoIl Gruppo Sanpellegrino, la più grande realtà nel campo del beverage in Italia, alle parole chiave benessere, salute ed equilibrio, di cui è promotrice, ne aggiunge una quarta: sostenibilità. Da sempre impegnata per la valorizzazione dell’acqua minerale, bene primario per il pianeta, Sanpellegrino opera concretamente nei cinque continenti per garantire a questa risorsa un futuro di qualità nell’ottica della responsabilità ambientale.

Il percorso intrapreso dal Gruppo coniuga progresso e sostenibilità a partire dai suoi stabilimenti, con l’implementazione di processi in grado di ottimizzare l’utilizzo dell’acqua e il risparmio energetico, riducendo al minimo l’impatto ambientale della sua produzione.
Non solo: la bottiglia, contenitore necessario e prezioso che deve custodire e preservare l’acqua, è oggetto di costante miglioramento attraverso il progetto di Light-weighting, atto a ridurre il peso di bottiglie e imballaggi garantendo ugualmente un alto standard qualitativo del prodotto.

Già nel 2010 Sanpellegrino aveva ideato il ciclo ‘bottle-to-bottle’ (da una bottiglia, con il corretto riciclo, nasce una nuova bottiglia), lanciando sul mercato “LaLitro” di Levissima, prodotta con il 25% di PET riciclato e precedentemente aveva adottato il GEF –  The Global Environmental Footprint, uno strumento di calcolo atto a valutare concretamente l’efficacia del percorso aziendale di sostenibilità. Il GEF misura il Life Cycle Assessment, ovvero l’impatto ambientale determinato direttamente o indirettamente dai prodotti durante tutte le fasi del loro ciclo di vita, dall’acquisto delle materie, al processo produttivo negli stabilimenti, fino al trasporto presso i clienti/distributori: l’analisi dei dati osservati in sei anni, dal 2005 al 2010, ha mostrato che Sanpellegrino, per quanto attiene all’acqua minerale distribuita in Italia:

–    ha ridotto le proprie emissioni di gas serra del 19% per ogni litro di acqua minerale imbottigliato, grazie ai progetti di Light-Weighting, a una maggior efficienza dei fornitori nella produzione delle resine di PET e a un miglioramento dei tassi di raccolta della plastica grazie al sistema CONAI/COREPLA.

–    ha diminuito l’utilizzo di energie non rinnovabili dell’8% per ogni litro di acqua minerale imbottigliato, grazie a costanti incrementi dell’efficienza produttiva delle fabbriche.

–    ha ridotto del 35% i volumi di acqua impiegati durante l’intero ciclo di vita dei prodotti, sempre per ogni litro imbottigliato.

Daniela Murelli, Direttore Corporate Social Responsibility di Sanpellegrino, ha così commentato: “GEF è un utile strumento per prendere consapevolezza di quanto i nostri sforzi abbiano un riscontro concreto sull’ambiente e di quanto sia importante continuare ad investire in questa direzione. Ma ci deve essere anche un impegno in prima linea dei cittadini ad una corretta gestione della raccolta differenziata, base  per poter costruire un circolo virtuoso di trasformazione dei rifiuti in risorse: il nostro Gruppo pertanto ha sviluppato progetti educativi per sensibilizzare i cittadini e le generazioni future ad uno stile di vita sostenibile, nella creazione di una coscienza collettiva.”  Gran parte dei rifiuti può infatti essere riciclata e trasformata in energia pronta all’uso: il PET, materiale con cui sono realizzate la maggior parte delle bottiglie di acqua minerale, è riciclabile al 100%.

Per valutare  gli  effetti  della raccolta-riciclo degli imballaggi in plastica il Gruppo Sanpellegrino ha commissionato inoltre all’Istituto Althesys lo studio “Riciclo e politiche di packaging sostenibile”, che ha fatto emergere come dal 2000 al 2010 la raccolta-riciclo delle bottiglie delle acque minerali ha dato all’Italia benefici per 1,2 miliardi di Euro, 42 discariche e 3 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 evitati.
Il benessere del nostro Paese e di tutti noi, è nelle nostre mani e nelle nostre scelte.

http://www.sanpellegrino-corporate.it/

Print Friendly, PDF & Email