Le stelle si incontrano e discutono di managerialità
1 Giugno 2012
Dieci grandi chef siciliani rendono omaggio ai dieci anni del Sale Art Cafè di Catania
1 Giugno 2012

Prorogato fino al 15 giugno il bando per la sesta edizione del Premio Montana alla ricerca alimentare

Per andare incontro alle difficoltà che stanno attraversando le Università emiliane coinvolte dal recente terremoto, Montana ha deciso di prorogare il termine di presentazione delle domande di iscrizione al “Premio Montana alla Ricerca Alimentare” fono alla mezzanotte del 15 giugno 2012.
L’aggiornamento del bando di concorso è disponibile e consultabile presso la sede della società Inalca S.p.A. e/o scaricabile dal sito internet www.montanafood.it.
Il riconoscimento di questa sesta edizione, partita dal febbraio e rivolta ai giovani ricercatori italiani, sarà una dotazione finanziaria di 150.000 euro, premio che sarà assegnato entro settembre 2012 con il fine specifico di sostenere il mondo della ricerca italiana e contribuire a valorizzare una professione che troppo spesso trova all’estero un miglior riconoscimento, sia professionale che economico.

Vi ricordiamo quali sono le caratteristiche principali del concorso:
–    l’edizione del Premio è suddivisa in due macro-aree tematiche: Qualità degli Alimenti e Salute (tecnologia, sicurezza e qualità degli alimenti) e Nutrizione e Salute (salute, dieta e nutrizione umana). Le ricerche che parteciperanno dovranno appartenere ad una sola delle due aree tematiche. Al momento dell’iscrizione, dovrà essere specificata l’area di appartenenza all’una oppure all’altra area.
–    il Premio Montana ammonta complessivamente a 150.000 Euro che, salvo casi particolari dettagliati nel Bando, sarà suddiviso tra 1° Premio del valore di 100.000 Euro e 2° Premio  di 50.000 Euro, a prescindere dall’area tematica.
–    ogni singolo Premio verrà suddiviso tra il Ricercatore risultato vincitore e un istituto di ricerca (l’istituto di appartenenza del vincitore oppure un istituto da lui scelto)  con la seguente ripartizione: 2/3 del Premio al Ricercatore e 1/3 all’istituto.
–    I criteri che guideranno la Giuria nella selezione dei vincitori sono: originalità della ricerca e suo carattere innovativo; applicabilità dei risultati; qualità della metodologia scientifica adottata e vicinanza della ricerca alle esigenze concrete del consumatore.

Print Friendly, PDF & Email