Parte su Fox Life “Tesoro salviamo i ragazzi?”
24 Novembre 2011
XVII edizione della Disfida nazionale del Tortello di zucca
25 Novembre 2011

Re Panettone, il buon dolce di Natale per tutti

re-panettone-2011Sabato 26 e domenica 27 novembre a Milano torna Re Panettone, la manifestazione che da il via al Natale dei milanesi. Negli spazi dell’Ex Ansaldo, in via Bergognone 34, dalle 11 alle 19, ingresso gratuito, per due giorni sarà possibile conoscere decine di artigiani che, secondo una fortunata formula ormai consolidata, oltre a far assaggiare il frutto della loro maestria, metteranno in vendita il Panettone al prezzo stabilito di 19 €/Kg.
L’idea è di Stanislao Porzio che, nel corso della conferenza stampa tenutasi a Palazzo Marino, sede del comune di Milano, ha sottolineato questa opportunità unica di poter accedere ad un prodotto squisitamente artigianale ad un prezzo convenzionato, ben al di sotto del prezzo reale che si spenderebbe in tutte le pasticcerie più rinomate. Una proposta convinta e determinata degli “Amici del Panettone, neonata associazione che ha come missione la tutela e la promozione di questo dolce che rende Milano famosa in tutto il mondo, una fama riconosciuta e sostenuta dal patrocinio di ben 2 assessorati del Comune di Milano, Attività Produttive, Turismo e Marketing Territoriale, retto da Franco D’Alfonso e Cultura, retto da Stefano Boeri, nonché dall’Assessorato al Turismo della Provincia di Milano, con Stefano Bolognini, a riprova della forza di comunicazione che un prodotto così amato può trasmettere. D’Alfonso notando la provenienza multiregionale dei pasticceri in mostra, ha ricordato come Milano sia la porta dell’Italia al mondo, dunque, giusto passare di qui e con un prodotto tipico così riconoscibile. Bolognini, ricordando che solo settimana scorsa si è celebrato il Torrone, ha sottolineato come il prodotto tipico è per Milano un grande ambasciatore.
re-panettone-conferenza-stampaSono 35, infatti, gli artigiani presenti e, scorrendo la lista, che comprende pasticceri di diverse regioni, a dimostrazione della sempre più diffusa italianità di questo dolce tradizionale, si scorgono alcuni tra i professionisti più affermati tra i maestri dei lievitati: Achille Zoia di Concorezzo (MB), Vincenzo Santoro di Milano, Luca Montersino di Alba (CN), Sal De Riso di Tramonti (SA), Sergio Pontoni Jr di Remanzacco (UD), Claudio Gatti di Tabiano (PR), Paolo Sacchetti di Prato, Alfonso Pepe di S. Egidio Monte Albino (SA), Emanuele Lenti di Grottaglie (TA). Presenti anche quest’anno pasticcieri d’oltreconfine: i Fratelli Buletti, di Airolo, Canton Ticino (CH).
Ci piace sottolineare infine la partecipazione della Cooperativa sociale Giotto, di cui fanno parte i detenuti del carcere di Padova che, da alcuni anni hanno intrapreso, con ottimi risultati il mestiere di pasticcieri (http://coopgiotto.org), una buona abitudine che si sta diffondendo in tutto il paese e che guarda caso ha sempre a che fare con il buon cibo.
In conclusione Stanislao Porzio ha lanciato una sfida ai pasticceri italiani, inventare il Panettone del 2015, un simbolo ancora più significativo per la città di Milano.
Una due giorni golosa e curiosa, dunque, con tanti incontri e dibattiti intorno al Panettone, anzi al Re Panettone.

Aldo Palaoro

Print Friendly, PDF & Email