Firenze: apre il 47° Congresso AIS
15 Novembre 2013
Hai il coraggio di far finta di niente?
16 Novembre 2013

Roberto Moncalvo al vertice di Coldiretti

Impegno costante per il rilancio del made in Italy agroalimentare

Elezione quasi plebiscitaria quella di Roberto Moncalvo al vertice di Coldiretti. Il sesto presidente dell’Organizzazione è un giovane agricoltore piemontese di 33 anni che ha bruciato le tappe. Laureato in Ingegneria dell’Autoveicolo al Politecnico di Torino, è titolare dell’azienda agricola “SettimoMiglio” a Settimo Torinese (To); proveniente dalle file del movimento giovanile dove ha militato da quando aveva 17 anni, è stato poi  presidente dell’organizzazione di Torino, quindi del Piemonte.

A lui il compito  di guidare e rilanciare ancor più un’organizzazione in crescita che ha esteso la propria rappresentanza dalle imprese singole alle cooperative, dal settore agricolo a quello della pesca, dall’agricoltura tradizionale alla filiera agroalimentare con le fattorie, i mercati, le botteghe di Campagna Amica ed il progetto per una filiera agricola tutta Italiana, valorizzando il km 0 e la tipicità, con  l’impegno costante per il made in Italy e contro l’agropirateria.

Tutto ciò nel segno della continuità con il suo predecessore Sergio Marini, come ha lasciato intendere nel discorso di insediamento.  «Abbiamo un  grande obiettivo – ha detto – quello di proseguire il lavoro iniziato con il nostro progetto economico che è figlio di un modello di  sviluppo, di una visione del futuro del nostro Paese, che deve muovere dalla distintività e qualità dei nostri territori, dei nostri prodotti, del nostro paesaggio e dell’ ambiente». «Lavoreremo sulla strada di questo progetto – ha proseguito – per poter rafforzare la nostra presenza come  organizzazione di categoria e per dare risposte concrete ai nostri  soci, che sono al centro di ogni nostra azione».

Monica Menna

Print Friendly, PDF & Email