Export vino italiano frenato dal Nuovo Mondo. E la Spagna ci sorpassa
13 Luglio 2012
Art Wine e Design
16 Luglio 2012

Accade a Roma il 17 luglio alle Officine Farneto

off-farnetoA suggerire dove destinare il ricavato della serata è stato Massimo Bottura, patron dell’Osteria Francescana di Modena. A coinvolgere gli chef della capitale e del Lazio sono stati il giornalista Luigi Cremona e Ramona e Riccardo di Giacinto, i proprietari del ristorante All’Oro.
In questo modo, in pochi giorni, è nata una serata che vede i migliori chef cucinare insieme in nome di una solidarietà non di facciata per i terremotati dell’Emilia.

Martedì 17 luglio a Roma alle Officine Farneto di Via dei Monti della Farnesina, 77 , un sito di archeologia industriale trasformato in una creative factory, saranno in 21 a cucinare: Francesco Apreda del ristorante Imàgo dell’Hotel Hassler, Heinz Beck della Pergola dell’Hilton, Cristina Bowerman del Glass, Roy Caceres del ristorante Metamorfosi, Alessandro Circiello FIC e Euro-Toques, Antonello Colonna del Vallefredda Resort, Arcangelo Dandini del ristorante L’Arcangelo, Riccardo Di Giacinto del all’Oro, Andrea Fusco del Giuda Ballerino, Anthony Genovese del Pagliaccio, Michele Gioia ristorante The Cesar dell’Hotel La Posta Vecchia, Oliver Glowig del ristorante dell’Hotel Aldrovandi, Cristiano Iacobelli dell’Atlas Coelestis, Noda Kotaro del ristorante La Magnolia del Grand Hotel Via Veneto, Luciano Monosilio del ristorante Pipero al Rex, Luigi Nastri del Settembrini, Gianfranco Pascucci del Pascucci al Porticciolo, Salvatore Tassa de Le Colline Ciociare, Giulio Terrinoni dell’Acquolina, Angelo Troiani del Convivio, Daniele Usai del ristorante Il Tino di Ostia.

Gli chef saranno affiancati, per il servizio in sala, dai ragazzi dell’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi, guidati dal docente Enrico Camelio.
La raccolta dei fondi sarà destinata, come suggerisce Massimo Bottura, alla Onlus FattoriAbilità che si propone di creare opportunità lavorative per persone svantaggiate e lo farà attraverso il micro birrificio Vecchia Orsa che ha subito forti danni dal terremoto. Il ricavato sarà consegnato la sera stessa al responsabile Michele Clementel.

Il contributo minimo di partecipazione alla serata è di 90 euro a persona. Inoltre verranno messi all’asta moltissimi prodotti di qualità offerti da numerose aziende a cui va il plauso di un sostegno fondamentale: Bisol & Figli, Caffè Morganti, Cantine Briziarelli, Caseificio Barlotti, CHS, Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano, Cucine Professionali Stefano Conti, Degu Cibi Scelti, Ex Vinis, Ferrarelle, Gruppo Giannelli, High Quality Food, Il Cervo Rampante, La Nostra Dolce Vita, La Tavola,Locatelli, Longino & Cardenal, Modulgraf, Moet Hennesy, Mumm, Olmo Antico, Panedieri, Quartiglia, Quod Libed, Schonhuber Franchi, Selecta, Surrau, Tasca D’Almerita, The Peer Gallery, Università Glion.

Print Friendly, PDF & Email