Oggi Cucino Io, Gusto Mediterraneo: il nuovo format TV made in Campania
4 Settembre 2012
Marco Bocci nuovo On Trade Sales Director di Carlsberg Horeca
4 Settembre 2012

Siate golosi di sapere

alma-scuola-cucina“Siate coraggiosi ed esigenti. Non spaventatevi davanti a progetti nuovi. Dedicate i prossimi anni alla ricerca, al viaggio, in modo tale da allargare i vostri orizzonti. In poche parole, siate golosi: golosi di sapere”. È con queste parole che Luciano Tona, direttore didattico di ALMA, ha salutato i 104 neodiplomati al Corso Superiore di Cucina Italiana. Se ne appena conclusa infatti la XVI edizione, un percorso formativo teorico e pratico durato dieci mesi in cui gli allievi hanno acquisito tecniche, metodo e professionalità, mettendo in campo passione e dedizione per il lavoro che hanno scelto di intraprendere.

“Frequentando ALMA avete avuto l’opportunità di imparare i segreti della Cucina Italiana dai più grandi Maestri e dai migliori docenti: come ama ripetere il nostro Rettore Gualtiero Marchesi, infatti, l’esempio è la più alta forma di insegnamento. E nei cinque mesi che avete trascorso in stage, presso alcuni dei più rinomati ristoranti italiani, avete capito che cosa significhi e quanto sia duro lavorare in cucina” ha continuato Tona.

I centoquattro Cuochi Professionisti hanno ricevuto anche gli auguri dell’Amministratore Delegato di ALMA, Riccardo Carelli, il quale ha sottolineato l’importanza, in questo momento economico particolare, che un simile e importante investimento sul futuro potrà avere nel mercato del lavoro: “La professionalità che hanno maturato grazie ad ALMA li rende ora estremamente appetibili: la richiesta di cuochi specializzati in Cucina Italiana è infatti in continua espansione. Non a caso molti neo-diplomati possono già contare su un’offerta di lavoro qualificata”.

Le migliori allieve del corso, entrambe con un punteggio di 95/100, sono state Maria Amalia Anedda, classe 1990 di Parma e Alessandra Del Favero, 23 anni di San Vito di Cadore, nel Bellunese.

Il prossimo anno accademico si aprirà il 17 settembre con un’importante novità: il Corso Superiore di Cucina Italiana passerà da due a quattro edizioni annue, in risposta alle numerose richieste di iscrizione. Saranno dunque oltre 300 gli aspiranti Cuochi Professionisti della Cucina Italiana che, nelle aule della splendida Reggia di Colorno, sede di ALMA, impareranno i segreti di un mestiere tanto antico quanto straordinariamente moderno. A loro, i nostri migliori auguri di buon lavoro.

www.alma.scuolacucina.it

Alessandra Locatelli

Print Friendly, PDF & Email