La dolce Torino di Cioccolatò 2013
21 Novembre 2013
Premio Birra Moretti: vince Luigi Salomone, sous-chef del Marennà
22 Novembre 2013

Simone Bonini, la Gelateria come metafora della vita

Leggendo il libro di Simone BoniniIl Mio Gelato”, sottotitolo “Dalla strada al piatto”, non riuscivo a smettere di sentire nella mia testa la canzone La Cura di Franco Battiato.

Conosco Simone da qualche tempo, ma, in effetti, non lo conoscevo veramente, lo stimavo per ciò che appariva ai miei occhi di appassionato di gelato e di giornalista gastronomico. In effetti, però, non sapevo, perché avrei dovuto stimarlo veramente. Insomma non son stato abbastanza curioso di lui. Il libro racconta un pezzo della sua vita, il cambiamento avvenuto pochi anni or sono, uno stacco dovuto ad un distacco, quello dal fratello Mirco, con la “c”, perché la “k” era troppo sovietica ad inizio anni ’60.

Simone conduceva una vita soddisfacente, nell’arco di 22 anni aveva avviato e sviluppato un’impresa di impianti elettrici, buona clientela e, soprattutto, un rapporto di pari dignità con i propri collaboratori, insomma lui la “k” ce l’ha. Prematuramente suo fratello, faro della sua vita, come lo è stata la madre Gigliola, scompare alla fine del 2004, così Simone, alla soglia dei 40 anni, entra in una fase di grande riflessione su se stesso.

Il risultato lo conosciamo, oggi Carapina, 2 gelaterie a Firenze e poi chissà, è il luogo che più di altri ha rappresentato in questi ultimi anni l’innovazione nel settore gelateria, un campo rimasto “alle guerre puniche” e bisognoso di una rivoluzione che Simone ha compiuto e continua a compiere perché “non smette mai di essere curioso”.

Il percorso ce lo racconta lui stesso ed è una metafora del cambiamento, un cambiamento cercato, voluto, raggiunto ed anche la scelta del gelato è significativa, infatti, in esso stanno la dolcezza e l’emozione che lo hanno aiutato a “superare le correnti gravitazionali”.

Grazie Simone per aver condiviso con noi le tue sensazioni, ora avremo più cura di te.

Il Mio Gelato – dalla strada al piatto – Trenta Editore, 10,00 €

 

Aldo Palaoro

 

Print Friendly, PDF & Email