Quel che è successo a causa del batterio killer
20 Giugno 2011
Una lettera alla redazione per fare chiarezza sull’E. Coli
20 Giugno 2011

Trovate tracce di E. Coli nel ruscello Erlenbach

batterio-killer-erlenbachL’Escherichia Coli è stato individuato anche in un ruscello che si trova nei pressi di Francoforte, l’Erlenbach. La conferma giunge dal ministero della Sanità dell’Assia, che invita i cittadini a non bagnarsi nel ruscello e nei fiumi del Land, rassicurando che non esiste alcun pericolo di contaminazione per la rete di distribuzione di acqua potabile.
Il rischio è quindi che le aziende agricole situate lungo il corso del ruscello abbiano irrigato e contaminato le loro coltivazioni. Per questo sono state immediatamente allertate dalle autorità sanitarie in modo che non utilizzino l’acqua contaminata per irrigare.
Nel frattempo i test di laboratorio eseguite sul batterio hanno confermato che potrebbe trasmettersi anche dall’uomo al cibo. Secondo l il pericoloso ceppo “tedesco” di Escherichia coli, infatti, sarebbe stato trasmesso da una dipendente di un catering dell’Assia nel cibo, contagiando – scrive il settimanale nella sua edizione online – 20 persone a causa di alcune posate “infette”.
E anche in Francia, dopo il caso dei sei bambini contagiati in Francia dopo aver mangiato hamburger contaminati, l’ondata di contagi non si arresta: un altro bambino è stato ricoverato all’ospedale di Lille.
Nel frattempo, in Germania le contaminazioni e, di conseguenza, la paura del contagio, sembrano  essere rientrate. Da un recente sondaggio risulterebbe che l’85% dei tedeschi abbia ricominciato ad acquistare e mangiare ortaggi: insalate, pomodori e cetrioli, mentre in Italia, dove l’epidemia non è arrivata, il Ministro della Salute Ferruccio Fazio continua a rassicurare gli italiani.

Print Friendly, PDF & Email