Vegetarian Chance, perché no?
4 Giugno 2014
Anna Matscher dello Zum Löwen cucina con i bimbi
4 Giugno 2014

Tutti a tavola, cominciano i Mondiali!

www.ristorazionecatering.it

Dimenticate la frittatona di cipolle accompagnata da birra formato famiglia di memoria fantozziana, il menu ideale per assistere alle partite dei prossimi mondiali di calcio sarà all’insegna della leggerezza.
È tutto pronto per il Campionato del Mondo Brasile 2014, il CT della Nazionale Cesare Prandelli ha comunicato poche ore fa la “lista dei 23” (non senza le immancabili polemiche e i colpi di scena), i tifosi hanno già cominciato il conto alla rovescia in attesa del fischio d’inizio e sciarpe e bandiere sono a portata di mano per essere sventolate. Notti magiche si preannunciano e per trascorrere le interminabili ore davanti alla TV servono generi di conforto.
Uno stuolo di cuochi, tra professionisti e amatoriali, food blogger e semplici appassionati si è dato da fare per individuare il menu ideale per il prima, durante e dopo partita.

I risultati emergono da uno studio condotto da “Polli Cooking Lab”, l’Osservatorio sulle tendenze alimentari dell’omonima azienda toscana attraverso 110 interviste a chef stellati e food blogger nazionali: piatti semplici, facili da preparare e da gustare, sani come insalate di riso, insalate greche e stuzzichini a base di pesce e verdure. Sette esperti su dieci consigliano prodotti made in Italy (54%), soprattutto verdure e ortaggi per piatti veloci che non richiedano più di 15 minuti di preparazione e siano gustosi e poco conditi per affrontare con leggerezza le fatiche e lo stress di un tifo accanito e prolungato.
Qualche esempio: il vincitore dell’ultima edizione di Masterchef, Federico Francesco Ferrero, propone ciotole con verdure crude da sgranocchiare durante la partita e un piatto unico a partita finita da gustare con gli amici,  come un’insalata di mare tiepida con zucchine trombette, pomodorini confit, capperi e una grattugiata di buccia di limone. Lo stellato Igor Macchia de La Credenza di San Maurizio Canavese consiglia una spaghettata tricolore, salsa di zucchine, polvere di pomodori secchi e mozzarella di bufala. E siccome la conviviale birra non può mancare meglio scegliere una birra artigianale.
Per il contesto in cui vivere un momento tanto speciale gli esperti sono unanimi: spazi larghi, video in posizione centrale e piatti e contenitori per il finger food con richiami cromatici a seconda della partita. Un po’ di stile, che diamine!

Marina Caccialanza

Print Friendly, PDF & Email