La birra artigianale conquista i grandi chef
28 Luglio 2011
Come mangiano gli italiani in viaggio?
29 Luglio 2011

Implacabile UE: stop alle etichette ingannevoli

Dal 2012 tutto cambierà, l'Unione Europea farà piazza pulita di quegli slogan che promettono apporti benefici al corpo se non veritieri. Dopo il controllo le aziende avranno 6 mesi per ritirare le etichette ingannevoli.

john-dalli-etichette-ingannevoliRegolarizza l’intestino, combatte il colesterolo, aiuta il sonno, aumenta le difese immunitarie, salva il cuore. Siamo bombardati da queste frasi, non c’è confezione che non riporta in etichetta uno slogan di questo tipo.
Sono circa 44.000 le etichette alimentari e a base di erbe che circolano negli stati membri dell’Unione Europea da depennare. Ebbene, dal 2012, i produttori sono avvisati, l’UE farà piazza pulita di questo marasma ingannevole. Da una prima scrematura i messaggi falsi sono stati circa 2.000, solo 510 etichette di queste 44.000 risultano corrispondenti a verità di contenuti.
“E’ importante controllare l’esattezza delle informazioni e la loro veridicità, per aiutare i consumatori a scegliere i prodotti”, dice John Dalli, commissario europeo per la salute dei consumatori. A queste parole seguono i fatti. Entro l’anno la Commissione definirà le nuove regole in accordo con gli Stati membri, per arrivare ad approvare il regolamento che fa piazza pulita delle diciture ingannevoli entro il 2012.
Successivamente le imprese avranno sei mesi per ritirare le etichette non valide. Che occasione straordinaria per cominciare, fin d’ora, da parte delle aziende, ad eliminare informazioni scorrette, che sono sotto gli occhi degli analisti stessi delle imprese.

Print Friendly, PDF & Email