Catania: l ‘Università promuove due progetti per “la cucina della salute”

Relais e Chateaux e World Oceans Day insieme in difesa dei mari
4 giugno 2018
Approvato il credito d’imposta per la Formazione 4.0
4 giugno 2018
image_pdfimage_print

Sono stati presentati lo scorso 28 maggio, presso il Dipartimento di Alimentazione, Agricoltura e Ambiente dell’Università di Catania, due nuovi progetti che coinvolgeranno  il mondo della ristorazione:  “Healing Chef” e “Medicina culinaria”. Si tratta di due progetti mirati a sviluppare una “cucina della salute”, promossi dall’Università di Catania in collaborazione con il Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente e il Dipartimento di Scienze Biomediche e Biotecnologiche. “Il progetto Healing Chef nasce da studi di filogenesi gastronomica – spiega Carla Savoca, ideatore e curatore del progetto – prendendo le mosse dalla semplicità nell’antico uso degli alimenti. L’industrializzazione da una parte e la ricerca puramente gastronomica ci hanno un po’ fatto dimenticare le proprietà anche terapeutiche contenute nei cibi. Healing Chef, che significa ‘lo chef che cura’, intende diffondere la cultura di una alimentazione corretta e preparata da arte affinché i principi curativi contenuti in moltissimi alimenti possano essere utilizzati al massimo, sia in sede di prevenzione sia nel caso di cura di determinate patologie”. Il corso “Medicina culinaria” è partito già lo scorso 9 aprile con una classe di 15 cuochi provenienti da tutta la Sicilia che hanno approfondito le caratteristiche dei prodotti agroalimentari e la  conservazione dei principi nutritivi e terapeutici derivanti da cotture che li preservano. Il prossimo obiettivo, sarà quello di fondare una vera e propria Scuola di Alta Formazione.

image_pdfimage_print