Vinarius prevede un aumento delle vendite di vino in estate

Risotto all’anice, ostriche e uova d’aringa affumicate
25 giugno 2018
Due concorsi per premiare i migliori panifici e le migliori pizzerie
25 giugno 2018
image_pdfimage_print

Vinarius – l’Associazione delle Enoteche Italiane che conta un centinaio di enoteche in tutta Italia – offre un quadro esaustivo sull’andamento dei consumi dei vini preferiti durante l’estate e delinea i trend di vendita per i prossimi mesi.  La prima novità riguarda i vini rosati che stanno avendo un buon rilancio, soprattutto dopo la firma del Patto di Intenti, sottoscritto dai cinque Consorzi dei vini rosati italiani, che sta promuovendo la categoria: “Vini freschi, leggeri e facili da abbinare. Non stupisce che il consumatore sia attratto dai vini rosati, specialmente durante la stagione calda – ha commentato Andrea Terraneo, Presidente Vinarius – “Negli ultimi tre anni abbiamo registrato un aumento della richiesta anche del 20%”. Buon andamento anche per le vendite dei vini bianchi, che nella bella stagione trovano rinnovato interesse fra gli appassionati: “Durante l’estate oltre la metà delle vendite in enoteca è rappresentata dai bianchi, con punte in alcuni casi anche del 70% . A seguire i vini rosati, che invece rappresentano circa il 30% delle vendite e infine i vini rossi che sfiorano fisiliogicamente in questo periodo solo il 25%  – riporta Terraneo – L’estate è appena iniziata, ma siamo ottimisti sui trend di vendita: non si prevedono cali e circa la metà delle nostre enoteche stima un aumento delle vendite, con tendenza media tra il +13 e il +18%”. Vinarius traccia inoltre il profilo del consumatore medio di vino in enoteca nella stagione estiva, ed indica che il 50/60% dei consumatori è generalmente compreso nella fascia di età dai 30 ai 50 anni, mentre il 25/30% sono giovani tra i 18 e i 30 anni e un altro 25/30% riguarda consumatori di oltre 50 anni.

image_pdfimage_print