Il Rosso Piceno compie 50 anni e il Consorzio punta sul mercato estero

Miscelare, Manuale di miscelazione classica, moderna e contemporanea
26 giugno 2018
Montasio Day and Wine: 27 serate itineranti dedicate al formaggio friulano
26 giugno 2018
image_pdfimage_print

Il Rosso Piceno compie 50 anni e si prepara ad una stagione di  grande rilancio, dopo aver raggiunto, nel 2017, il  traguardo di oltre 3 milioni di bottiglie prodotte. Per questa importante occasione, il Consorzio Vini Piceni celebra il più identificativo dei vini marchigiani con un’etichetta ad hoc, fortemente identitaria, e traccia  nuovi obiettivi di crescita, tra cui il consolidamento  del posizionamento sui mercati internazionali. “La ricerca costante della qualità premia un territorio particolarmente vocato – spiega Giorgio Savini, presidente del Consorzio Vini Piceni -. In questo mezzo secolo, le nostre 46 aziende associate hanno puntato sugli autoctoni e sulla produzione biologica: due asset importanti che incrociano le nuove tendenze di produzione e di consumo anche all’estero”.  A confermare l’ importanza dei mercati esteri, ci sono anche le dichiarazioni di Armando Falcioni, direttore del Consorzio Vini Piceni : “Nel 2017, abbiamo destinato più di 2 milioni di euro per la promozione delle nostre denominazioni e del territorio piceno nel mondo e nel nostro Paese . Dal 2010 ad oggi, è di oltre 7,8 milioni di euro il budget investito dal Consorzio in promozione grazie ai fondi Ocm Vino Paesi Terzi e PSR Marche. Il 50° della Doc è un’occasione importante per comunicare la qualità dei vini piceni, a partire dai principali mercati target”.

www.consorziovinipiceni.com

 

image_pdfimage_print