Chef’s Table: la cucina russa protagonista a Gourmet Expoforum

La festa del Bio itinerante: sabato 9 fa tappa a Roma
8 giugno 2018
Il buon vino è come “Il Giardino delle Delizie”, secondo Helmuth Köcher
11 giugno 2018
image_pdfimage_print

La parte affascinante del Bocuse d’Or risiede nell’opportunità che offre di capire linguaggi, gusti e codici di comunicazione delle cucine di ogni parte del mondo e, nel caso specifico della finale europea che si svolge in questi giorni a Torino, del vecchio continente.
Se poi, a supporto del concorso, troviamo un evento che, come Gourmet Expoforum che ospita delegazioni estere che hanno l’obiettivo di far conoscere la propria storia gastronomica e le attuali tendenze, vale davvero la pena di saperne di più.
L’occasione che, ad esempio, offre Discover Russian Cuisine, consente di assistere ad alcune Masterclass di approfondimento sulla cucina russa, la sua storia, le nuove correnti culinarie nazionali e i prodotti con cui gli chef andranno a comporre i loro piatti, dalle bacche della Karelia all’olio di crescione di terra della regione di Kuban. Più intimi saranno gli Chef’s Table, due appuntamenti giornalieri per 12 persone (durata 90 minuti: domenica ore 13,00 e 16,00; lunedì 11 ore 11 e 13,30; martedì 12 ore 11,00 e 13,30) per chiacchierare con gli chef e degustare due loro piatti, un’entrée e un piatto principale.
Sabato ai fornelli ci saranno Egor Anisimov (Zuma) e Natalia Makarenko (Marzipan), Alexander Zhurkin (Pies, Wine & Goose) e Ekaterina Dabizha. Invece Vitaly Tikhonov (Cacciatore), Sergey Yurin (Golgen Palace) Victor Beley (Avenue), Andrey Kolodyazhyi (Modus) e Arthur  Ovchinnikov (Chefshows by Novikov) saranno presenti la domenica e, Pavel Vasiliev (Abramov), Olga Suzdalkina (Chicha), Evgeny Meshcheryakov (Umi Oysters) il lunedì.

Per chi invece non sarà così fortunato da potersi godere il momento a tu per tu con lo chef, sono state organizzate per il Bocuse D’Or Off, tre cene in tre ristoranti di Torino: Eataly Lingotto (domenica 10), Eataly Lagrange (lunedì 11) e dal Birichin di Nicola Batavia (martedì 12 giugno).

Nella Sala dei Duecento di Eataly Lingotto, tre grandi nomi della scena torinese cucineranno fianco a fianco con tre grandi chef russi per un menù Italia e Russia che comprende una selezione di sei portate. I piatti degli italiani sono già noti e tipici della cultura gastronomica dello stivale, mentre restano segreti i piatti della tradizione russa. Il costo della cena è di 35€.

Stessa sostanza ma diversi i cuochi che si divertiranno ai fornelli per la cena dell’11 giugno da Eataly Lagrange. Per la Cena di Gala del 12 giugno, l’appuntamento è da Nicola Batavia al ristorante Birichin e che vedrà in cucina oltre al padrone di casa anche Marcello Trentini del ristorante Magorabin a portare alta la bandiera italiana; la squadra russa, invece, sarà composta da Vitaly Tikhonov e Alexander Zhurkin.

 

image_pdfimage_print