Pecorino Picinisco: la produzione ora ha il marchio Dop

Regina Colomba 2018, vince la Pasticceria Posillipo Dolce Officina
30 marzo 2018
Pescara SummEat: le eccellenze abruzzesi in vetrina
30 marzo 2018
image_pdfimage_print

Il formaggio Pecorino Picinisco, è un formaggio di lunga tradizione, millenaria, che prende il nome dal Comune che si trova in provincia di Frosinone, nella Ciociaria. Il Pecorino Picinisco ha ottenuto il riconoscimento della denominazione origine protetta dall’Unione Europea il 7 novembre del 2013, ma solo pochi giorni fa un’azienda ha certificato la produzione ai sensi rigidi del disciplinare previsto dall’Unione Europea, l’ azienda agricola “San Maurizio” che si trova proprio nel Comune di Picinisco. La produzione secondo  disciplinare DOP prevede l’ utilizzo di latte proveniente da razze ovine legate al territorio (Sopravvissana, Massese, Comisana e loro incroci), l’uso di un 10% di latte di capra da razze autoctone (Grigia Ciociara, Fulva, Capestrina, Monticellana), l’obbligo di pascolo per almeno otto mesi l’anno, la lavorazione a latte crudo e la salatura a secco. Il Pecorino di Picinisco si affiancherà ai già riconosciuti “Romano” e “Toscano”. “Per il nostro territorio – ha dichiarato il sindaco Marco Scappaticci, questo evento rappresenta un momento storico che ci lega alle nostre radici millenarie e costituisce un’ulteriore opportunità di crescita economica e sociale per guardare con maggiore ottimismo al futuro. Ora, con il marchio certificato dop, si prepara a superare ufficialmente i confini di un territorio caratteristico per la sua biodiversità e salubrità ambientale che fanno del pecorino di Picinisco un formaggio assolutamente unico nel panorama caseario italiano”.

image_pdfimage_print