Allo chef Joshua Pinsky il premio Il Primo di New York

Per fare il pane ci vuole un seme
5 luglio 2017
Pizzerie nel mondo, ecco le migliori
5 luglio 2017
image_pdfimage_print

È andato allo chef americano Joshua Pinsky del ristorante Momofuku Nishi di New York e ai suoi “Bucatini ceci e pepe” il premio Primo di New York.
Il concorso, ideato dal Pastificio Di Martino di Gragnano e giunto quest’anno alla seconda edizione, si è tenuto lo scorso 23 giugno presso la prestigiosa James Beard House di New York, con l’intento di premiare il miglior piatto di pasta realizzato da uno chef oltreoceano e diffondere la tradizione culinaria italiana promuovendo, in particolare, la pasta di Gragnano IGP.
Ad aggiudicarsi il secondo posto è stato, invece il “Rosmarino con costolette brasate all’anice” di Ed Shoenfeld, patron di Red Farm, il ristorante cinese più famoso di New York, mentre il terzo posto è stato attribuito a “Eliche giganti con ragù di agnello” di Garrison Price del ristorante Il Buco Alimentari.

image_pdfimage_print