In Emilia-Romagna piace l’iniziativa: Pane meno Sale

Festival del brodetto
Fano, dal 7 al 10 settembre: il Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce
4 settembre 2017
Dietro le quinte… del cibo democratico
5 settembre 2017
Pane senza sale
image_pdfimage_print

Riscontra interesse il progetto Pane meno Sale che la Regione Emilia-Romagna ha avviato, con l’obiettivo di promuovere la produzione e il commercio di pane contenente un minore contenuto di sale (ossia non superiore all’1,7%, con una riduzione del 15% rispetto a quello normalmente in commercio).
Il motivo risiede nella necessità di ridurre un consumo eccessivo di sale nel mangiare quotidiano, favorendo il rispetto delle indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che ne ha fissato il limite da rispettare in  5 grammi al giorno. Si stima che in Emilia-Romagna la quantità introdotta sia invece il doppio nella popolazione maschile e di 8 grammi per quella femminile.
Anche il marchio regionale “Qualità Controllata” è stato utilizzato per promuovere un pane che non solo contiene l’1,5% di sale del peso in farina, ma è realizzato con prodotti locali poco raffinati, olio extravergine d’oliva e nessun additivo né agente chimico per la lievitazione.

Qui trovi la lista dei panificatori che hanno deciso di aderire all’iniziativa http://www.alimenti-salute.it/pane-meno-sale

image_pdfimage_print