Estate 2016: nel turismo crescono occupati e imprese

Andreina, il vincisgrasso e altre delizie
9 settembre 2016
Incontri all’antica
9 settembre 2016
image_pdfimage_print

L’estate 2016 si avvia verso la conclusione lanciando incoraggianti segnali per il settore turistico, grazie al consolidamento che le attività dell’accoglienza hanno conosciuto sotto il profilo sia dell’occupazione che del tessuto imprenditoriale.
È quanto emerge dalle stime dell’Osservatorio Confesercenti, che a fine agosto ha registrato 1.559.748 occupati nel comparto del turismo, in crescita del 4,3% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, e 9.335 imprese in più (+2,2%).
Se è nella ricettività che il numero di occupati ha conosciuto lo sviluppo più veloce (un +6% che ha portato gli addetti dell’alloggio a 259.740), è, però, la ristorazione ad aver registrato in termini assoluti il maggior incremento, salendo di oltre 50mila unità rispetto allo stesso mese del 2015, fino ad arrivare a 1,3 milioni.
Non solo. Arricchendosi di 6.848 unità, la ristorazione ha messo a segno l’aumento più interessante anche per numero di attività, mentre l’alloggio quello più rapido (+2.506 attività), che l’ha portato a quota 53.532. “I settori dell’alloggio e della ristorazione dimostrano una buona vitalità, confermando di essere tra i principali motori dell’economia italiana – afferma il presidente di Confesercenti Massimo Vivoli –. Il turismo è strategico per la crescita e l’occupazione. Serve, però, un piano a sostegno del comparto, che cerchi di massimizzare l’efficacia del nostro sistema Paese, a partire dalle infrastrutture e dalle strategie di promozione dei territori. Sono, inoltre, necessari investimenti mirati allo sviluppo delle potenzialità del settore, che al momento costituisce circa un decimo del valore aggiunto dell’economia italiana e che in futuro potrebbe avere un peso addirittura maggiore”.
Nel frattempo, pare che la tanto auspicata destagionalizzazione stia iniziando a dare i suoi frutti, considerato che molte imprese della ricettività, dagli alberghi ai villaggi vacanze, quest’anno prolungheranno eccezionalmente la stagione fino a ottobre.
Mariangela Molinari

image_pdfimage_print