Fipe contraria al Contratto prestO

A Osaka si inaugura la prima scuola di pizza napoletana
22 maggio 2017
Golosaria Padova, dal 26 maggio
22 maggio 2017
image_pdfimage_print

La proposta del Contratto prestO non piace alla Fipe che dichiara: “L’abbiamo detto e ripetuto: la cancellazione dei voucher è stata un grave errore e un grande danno per le nostre imprese. A questo si aggiunge che, a distanza di due mesi dall’abolizione dei voucher, nulla di concreto è stato fatto per permettere a tutte le imprese di avere uno strumento legale per regolamentare le prestazioni di lavoro occasionali. L’ipotesi che prevede uno strumento normativo soltanto per le imprese fino a 5 dipendenti e per soli 5 mila euro all’anno è non solo limitante, ma anche non risolutiva. Il voucher rappresentava – commenta Lino Enrico Stoppani, Presidente Fipe – per il nostro settore e non solo, uno strumento indispensabile per mantenere nei confini della legalità prestazioni occasionali caratterizzate da alta flessibilità e stagionalità. E’ necessario, perciò, trovare al più presto uno strumento che permetta a imprese di tutte le dimensioni di tracciare queste prestazioni evitando che si alimenti il nero”.

 

 

image_pdfimage_print